Scritto: Mercoledì, 25 Gennaio 2017 04:59 Ultima modifica: Mercoledì, 25 Gennaio 2017 09:18

#marteversario: Opportunity festeggia 13 anni su Marte


Oggi sono stata mattiniera, sono le 5:00 ed il 25 gennaio del 2004 fa, tra un'ora e cinque minuti, il Mars Exploretion Rover Opportunity stava per iniziare la sua missione di 90 sol su Marte. Ora è al sol 4623 ed il piccolo robottino sta per festeggiare il suo tredicesimo anno terrestre sul Pianeta Rosso.

Rate this item
(0 votes)
Una vista ripresa dalla NavCam nel Sol 4587 (19 dicembre 2016). Una vista ripresa dalla NavCam nel Sol 4587 (19 dicembre 2016). Crediti: NASA/JPL/Cornell/Ken Kremer/kenkremer.com/Marco Di Lorenzo

Dopo aver percorso 43,80 chilometri dal giorno dell'atterraggio, il rover si trova ora sul bordo occidentale del grande cratere Endeavour, diretto verso Cape Byron dove c'è una stretta valle che potrebbe essere stata scolpita dall'acqua o da un flusso di detriti nel periodo Noachiano.

Qui sotto l'odometria totale e la route map aggiornata dai Mission Log di Marco Di Lorenzo.

Opportunity - odometria totale

 Opportunity sol 4622 - route map

Uscito dalla Marathon Valley nel mese di ottobre, il rover ha affrontato a dicembre i terreni più impegnativi di tutta la missione ma raggiungere il canalone è l'obiettivo primario della decima estensione del programma. Quando arriverà a destinazione, Opportunity diventerà il primo "geologo" ad entrare in una gola marziana.

La strada è dura: quasi tutta tra i 15 ed i 25 gradi di pendenza in salita e composta da materiale sciolto che la rende franosa ma ogni guida lo avvicina alla meta di quei 15, 20 o 30 metri.
"Opportunity è come un soldato", ha detto Bill Nelson, ingegnere capo dei MER al Jet Propulsion Laboratory (JPL).

Tuttavia, il percorso implica anche altre sfide: anche se l'inclinazione del sole è migliore in questo periodo dell'anno, vista la pendenza, il rover riceve meno energia sui pannelli solari. Ad ovest, poi, c'è il bordo del cratere che oscura ulteriormente il cielo, non solo per la luce ma anche nelle comunicazioni con l'orbiter Mars Odyssey, che passa più basso sull'orizzonte rispetto alle altre sonde, affliggendo il downlink dei dati. Inoltre, bisogna ricordare che Opportunity ha da tempo "problemi di memoria" ed ora sta utilizzando la sola RAM che non consente di conservare i dati per più giorni, dal momento in cui durante la notte l'energia dei pannelli solari viene a mancare e il rover è costretto ad andare in modalità sleep.
Ma, a parte questi piccoli inconvenienti, "il rover si comporta più o meno come quando è atterrato", ha commentato Nelson.

Un'immagine raw della luna Deimos ripresa da Opportunity durante il sol 4612.

Un'immagine raw della luna Deimos ripresa da Opportunity durante il sol 4612
Crediti: NASA/JPL-Caltech/Cornell/USGS/ASU

"Il 2016 è stato un anno di successi", ha aggiunto project manager della missione John Callas.
"Opportunity ha completato la campagna scientifica nella Marathon Valley ed inizia la prossima fase della sua esplorazione. La salute del rover continua ad essere eccellente senza [recenti] cambiamenti nelle prestazioni. Notevole, considerato che pensavamo durasse solo 90 giorni".

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 1822 volta/e Ultima modifica Mercoledì, 25 Gennaio 2017 09:18
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 18 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 17/1/21 - Sol 760] - Mete...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 16 Gennaio [Last ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 16 gennaio [Last updat...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 gennaio [updated on Jan,10]...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista