Per la prima volta su Foursquare un check-in da un altro pianeta!
Ieri Curiosity ha effettuato l'accesso sull'applicazione da Marte.

Ora tutti gli utenti che usano il social network possono stare al passo con il rover e seguirne i movimenti sul Pianeta Rosso.

Martedì, 02 Ottobre 2012 20:33

Curiosity indaga su "Bathurst Inlet"

Durante il sol 54 (30 settembre 2012) Curiosity ha iniziato ad indagare la roccia chiamata "Bathurst Inlet", catturando spettacolari immagini ravvicinate con il MAHLI.

"Bathurst Inlet" è di colore grigio scuro e sembra essere costituita da grani e cristalli molto piccoli.

Lunedì, 01 Ottobre 2012 21:08

Su Marte un clima inaspettato by Curiosity

Contro ogni previsione Curiosity si sta godendo delle belle e calde giornate su Marte e la primavera ancora non è arrivata sul luogo dell'atterraggio.

La stazione meteorologica Remote Environment Monitoring (REMS) a bordo del rover ha misurato temperature come 6° Celsius durante il pomeriggio e in generale, sono salite sopra allo 0 per più della metà dei giorni in cui REMS ha rilevato dati.

Lungo il cammino verso la sua prima meta, Glenelg, il rover della NASA Curiosity ha trovato le prove di un corso d'acqua che una volta scorreva su Marte.

E' un fatto ormai condiviso che sul Pianeta Rosso l'acqua liquida un tempo era sicuramente presente e molto più abbondate di ora ma l'immagine del sol 39 di Curiosity, ripresa dalla Mastcam, offre una prova unica nel suo genere: una roccia contenete antiche ghiaie sedimentate di un alveo di un torrente.

Domenica, 23 Settembre 2012 19:47

Curiosity inizia a lavorare su Jake Matijevic

Come preannunciato nei giorni scorsi, Curiosity ha iniziato le attività di analisi del suo primo target: la roccia detta "Jake Matijevic".

Per la prima volta in assoluto, il rover, oltre a scattare immagini, utilizzerà tutti gli strumenti del suo braccio robotico: un vero e proprio test sul campo prima di raggiungere la meta designata, Glenelg.

L'immagine ripresa dal Mars Hand Lens Imager (MAHLI) di Curiosity durante il sol 44, ritrae la placca posizionata sul ponte del rover dove sono impresse le firme di diversi funzionari del governo americano, tra cui quella del presidente Barack Obama e del vicepresidente Biden.

La targa rettangolare è realizzata in alluminio anodizzato e misura 100 millimetri di altezza per 82 millimetri di larghezza.

Giovedì, 20 Settembre 2012 05:48

Il primo vero target di Curiosity

Durante il suo cammino, Curiosity ha identificato la roccia giusta per effettuare i primi veri test con il suo braccio robotico.

Ora il rover si trova a circa 2,5 metri dal singolare target, a metà strada tra il punto di atterraggio Bradbury Landing e Glenelg.

Nei prossimi giorni il team prevede di "toccare con mano" il primo vero target: verranno utilizzati sia lo spettrometro Alpha Particle X-Ray che il laser e la ChemCam per identificare gli elementi che la compongono. Questo consentirà di eseguire dei test completi e sul campo di ogni strumento.

Martedì, 18 Settembre 2012 05:57

Un'eclissi parziale di Sole su Marte by Curiosity

La Mastcam di Curiosity durante il sol 37 (13 settembre 2012) riprende una sequenza mozzafiato: un'eclissi parziale di Sole sul Pianeta Rosso. E' Phobos a lambire il disco solare.

L'eclissi di Sole marziana è un po' diversa rispetto a quelle terrestri, dove la nostra Luna è grande abbastanza e sufficientemente distante per coprire completamente il Sole quando Terra, Luna e Sole sono perfettamente allineati.

Lunedì, 17 Settembre 2012 06:31

Una fredda giornata su Marte

Non c'è che dire, alcune foto di Curiosity ricordano molto il deserto del Mojave (California, USA). A notare l'impressionante somiglianza è il team stesso della missione MSL.

Da qualche giorno, Curiosity ha iniziato i test del suo braccio robotico e i relativi strumenti.

In particolare, tutte le attività hanno confermato l'ottimo stato di salute del Mars Hand Lens Imager (MAHLI) che, dopo la rimozione della copertura antipolvere, ha iniziato a regalarci delle splendide immagini.

Come anticipato nell'articolo "Curiosity inizia ad usare il braccio robotico", Curiosity sta effettuando in questi giorni test e verifiche.

Durante il sol 32, 7 settembre 2012, utilizzando la fotocamera presente sul suo braccio robotico, il Mars Hand Lens Imager (MAHLI), ha scattato un foto ricordo: un autoritratto della Mastacam e della Chemcam.

Sabato, 08 Settembre 2012 11:38

Curiosity inizia ad usare il braccio robotico

Dopo aver percorso una lunghezza pari 109 metri dal punto di atterraggio, Curiosity sta trascorrendo alcuni giorni di preparazione per l'utilizzo del suo braccio robotico.

"Sapevamo che ad un certo punto avremmo avuto bisogno di fermarci e prendere una settimana o giù di li per questo tipo di attività", ha detto Michael Watkins, responsabile della Missione Curiosity al JPL.

Giovedì, 30 Agosto 2012 05:57

Curiosity: musica da Marte

Continuano i test di trasmissione per il rover Curiosity e per la prima volta un brano musicale è stato trasmesso e ricevuto a Terra da un altro pianeta.

Il brano del cantante will.i.am intitolato "Reach for the Stars" è divenuto così la prima canzone interplanetaria, un vero e proprio inno all'istruzione della NASA.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 13 Luglio [Last update...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 12/7/20 - Sol 577] - Mete...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 11/7/20). Le manovre della sonda am...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 Luglio [updated on Jul...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 9 Luglio [Last update:...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista