Scritto: Domenica, 08 Settembre 2013 08:52 Ultima modifica: Domenica, 08 Settembre 2013 09:53

Astronomia da Marte: Curiosity osserva Giove e le sue lune


Giove, il quarto oggetto più luminoso nel cielo terrestre, visto da Marte con i suoi quattro satelliti galileiani, deve essere un vero gioiello.

Nonostante sul Pianeta Rosso potrebbe essere presente polvere in sospensione, l'atmosfera meno densa e la totale assenza di inquinamento luminoso, permettono emozionanti osservazioni astronomiche.

Rate this item
(0 votes)

Curiosity sol 385 MastCam right - Jupiter moons and stars gif-movie

Curiosity sol 385 MastCam right - Jupiter moons and stars gif-movie
"Courtesy NASA/JPL /Caltech/MSSS" / Stellarium processing 2di7 & titanio44

Giove, il quarto oggetto più luminoso nel cielo terrestre, visto da Marte con i suoi quattro satelliti galileiani, deve essere un vero gioiello.

Nonostante sul Pianeta Rosso potrebbe essere presente polvere in sospensione, l'atmosfera meno densa e la totale assenza di inquinamento luminoso, permettono emozionanti osservazioni astronomiche.

Curiosity, dopo aver catturato i transiti delle lune marziane e un'eclissi anulare di Sole, durante il sol 385 (5 settembre 2013) ha puntato la sua MastCam right verso ovest, alle 2:36 ora marziana.

Giove, quasi al centro degli scatti, è molto luminoso, con una forma leggermente allungata dovuta ai tempi di esposizione (non noti) e al moto del pianeta.

Al momento scatto, Giove si trovava a circa 3,5 AU da Marte (ossia circa 523,5 milioni di chilometri).

Nell'animazione, abbiamo utilizzato due scatti consecutivi, ripresi rispettivamente delle 02:36:21 ed delle 02:36:48 ora marziana (elevazione della MastCam right 48,33° in accordo con i dati pubblicati sul sito curiosityrover.com).

Oltre a Giove, si notato altri oggetti in movimento che hanno lasciato il loro transito più o meno evidente impresso nelle foto.

Con l'aiuto dei software Stellarium, abbiamo cercato di individuare quelli maggiormente visibili e distinguibili rispetto allo sfondo stellato che rimane "fisso" nei secondi di osservazione.

Subito sotto a Giove si nota una traccia, Ganimede: Io, tra Giove e Ganimede, è forse troppo vicino alla luce di Giove per essere rilevata.

Letto: 3638 volta/e Ultima modifica Domenica, 08 Settembre 2013 09:53
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 14 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 14/1/21 - Sol 758] - Mete...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 12 Gennaio [Last ...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 gennaio [updated on Jan,10]...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 9 gennaio [Last update...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 10/11/20). Le manovre della so...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista