Scritto: Martedì, 20 Agosto 2013 10:49 Ultima modifica: Giovedì, 22 Agosto 2013 10:12

Curiosity sol 368: variazioni di luce in 2 minuti e 35 secondi


Quella che vi proponiamo è una sequenza di 12 immagini scattare dalla Rear Hazcam di Curiosity, durante il sol 368 (19 agosto 2013).

La prima foto è stata ripresa alle 3:21:57 pomeridiane (ora locale) e l'ultima alle 3:24:22 pomeridiane (ora locale).

Rate this item
(0 votes)

Curiosity sol 368 Rear Hazcams subframe (N filters)

Curiosity sol 368 Rear Hazcams subframe (N filters)
"Courtesy NASA/JPL /Caltech/MSSS" processing 2di7 & titanio44

Quella che vi proponiamo è una sequenza di 12 immagini scattare dalla Rear Hazcam di Curiosity, durante il sol 368 (19 agosto 2013).

La prima foto è stata ripresa alle 3:21:57 pomeridiane (ora locale) e l'ultima alle 3:24:22 pomeridiane (ora locale).

Il rover sta guardando verso nord nord-est, mentre il Sole è quasi alle sue spalle, in direzione ovest (nord-ovest).

Curiosity sol 368 Rear Hazcam Map

Source: curiosityrover.com

Nei primi tre fotogrammi è evidente una variazione di luminosità e visibilità, soprattutto verso l'orizzonte a destra.

Nel video che abbiamo realizzato i frame sono stati interpolati per rendere il passaggio progressivo.

Purtroppo i dati meteo sono disponibili solo fino al giorno 11 agosto sul sito Malin Space System, quindi non è possibile avere alcun tipo di riscontro ma l'effetto osservato potrebbe essere dovuto o ad una tempesta di polvere oppure all'ombra proiettata da una nuvola di passaggio davanti al Sole.

D'altra parte nell'ultimo report meteorologico venivano segnalate tempeste di polvere nell'emisfero settentrionale dove sta entrando la primavera e altre residue anche nell'emisfero meridionale. Nubi di ghiaccio, invece, si erano formate localmente sulle cime dei vulcani nella regione Tharsis e Alba Patera.

Non ci resta che attendere i dati più recenti per valutare se la variazione catturata nelle immagini riprese con la Rear Hazcam di Curiosity è legata a fenomeni atmosferici: anche il REMS (Rover Environmental Monitoring Station) a bordo del rover, potrebbe aver registrato informazioni riconducibili ad una sorta di tromba d'aria locale come già era accaduto durante le prime settimane di missione.

Aggiornamento - 22 agosto 2013

Nel nostro primo post avevamo ipotizzato che la variazione di luce catturata dalla Rear HazCam di Curiosity potesse essere causata da una nuvola.
In effetti, molto probabilmente, si è trattato proprio di qualcosa che è passato davanti al Sole, ma non una nube: responsabile potrebbe essere Phobos, la luna maggiore di Marte.

Poco dopo la pubblicazione dei frame della Rear HazCam, sono state rilasciate oltre 110 miniature della MastCam Right in cui il rover ha nuovamente ripreso un transito nel cielo marziano.

Gli scatti sono avvenuti simultaneamente.
Nella mappa qui sotto, abbiamo riassunto la situazione:

Curiosity Sol 368 MastCam and Rear Hazcam Map

Map credit: curiosityrover.com

Grazie al software Mars24 è possibile ricostruire velocemente la posizione del rover e del Sole in quel preciso istante, sulla mappa e sul panorama, dove abbiamo tratteggiato in rosso il passaggio approssimativo di Phobos.

Curiosity Sol 368 Mars24 Map

Curiosity Sol 368 Mars24 Panorama

Ora, bisognerebbe effettuare un po' di calcoli per avere la conferma definitiva ma basta dare uno sguardo al materiale fotografico disponibile, fin dalle missioni Viking, per affermare con una certa sicurezza che la variazione di luce registrata è il Sole parzialmente oscurato dal transito di Phobos.

Gli scatti del passaggio di Phobos dei sol 368 e 369 permetteranno di realizzare un altro fantastico video.

Read 1894 times Ultima modifica Giovedì, 22 Agosto 2013 10:12
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 2 Aprile

Log: Missioni e Detriti

  • Rilevazione di Onde Gravitazionali
    Rilevazione di Onde Gravitazionali

    Stato della rivelazione di probabili Onde Gravitazionali da parte di Virgo e Ligo (aggiornato al 1 Aprile).

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 3 Aprile [Last update: 04/03/2020]

  • Hayabusa 2 operations
    Hayabusa 2 operations

    Le manovre della sonda giapponese intorno a Ryugu (aggiornato il 5/3/20).

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 3 Aprile [Last update: 04/03/2020].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 2/4/20 - Sol 478] 

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 25/3/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 21 Marzo [updated on March,21]

HOT NEWS