Print this page
Scritto: Martedì, 05 Marzo 2013 05:55 Ultima modifica: Lunedì, 01 Aprile 2013 12:03

Curiosity: in via di risoluzione i problemi al computer principale


Il 28 febbraio scorso alle 10:30 UTC il team di missione aveva intenzionalmente ridotto le attività di Curiosity, ponendolo in safe mode, a seguito di un problema manifestatosi sulla memoria flash del computer principale.

Il lavoro di diagnostica in una simulazione di test al JPL aveva indicato che la situazione aveva coinvolto una posizione di memoria corrotta sul computer side-A usata per allocare dei file di memoria.

Rate this item
(0 votes)

Curiosity sol 84  MAHLI self portrait 9332 x 6728 pixel

Curiosity sol 84  MAHLI self portrait 9332 x 6728 pixel
"Courtesy NASA/JPL -Caltech" processing 2di7 & titanio44

Il 28 febbraio scorso alle 10:30 UTC il team di missione aveva intenzionalmente ridotto le attività di Curiosity, ponendolo in safe mode, a seguito di un problema manifestatosi sulla memoria flash del computer principale.

Il lavoro di diagnostica in una simulazione di test al JPL aveva indicato che la situazione aveva coinvolto una posizione di memoria corrotta sul computer side-A usata per allocare dei file.

Il rover ha quindi continuato ad essere attivo ma in "modalità provvisoria" utilizzando il computer ridondante side-B.
Come molti veicoli spaziali, infatti, Curiosity ha installata una coppia di computer principali, in modo da avere un backup disponibile se uno di questi dovesse fallire. Ognuno dei computer, side-A e side-B, a loro volta, hanno altri sottosistemi duplicati di sicurezza.

Già sabato scorso il rover è uscito dal safe mode e nella giornata di domenica ha ripreso l'uso della sua antenna ad alto guadagno, che gli da modo di comunicare direttamente con la Terra.

"Stiamo facendo buoni progressi nel recupero", ha dichiarato Richard Cook, project manager della missione Mars Science Laboratory al NASA JPL. "Una possibilità è recuperare side-A come backup. Inoltre, abbiamo bisogno di passare attraverso una serie di step con il side-B, come informare il computer sullo stato del rover, la posizione del braccio, questo tipo di informazioni".

Tuttavia, ad oggi, anche se Curiosity è sulla via del ripristino e la ripresa delle piene attività è prevista per la prossima settimana, la causa che ha portato al problema sulla memoria flash è ancora da stabilire.

Letto: 2105 volta/e Ultima modifica Lunedì, 01 Aprile 2013 12:03

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore e l'image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.