Scritto: Martedì, 02 Giugno 2015 15:45 Ultima modifica: Giovedì, 04 Giugno 2015 20:47

1.000 Sol per Curiosity!


Il rover della NASA Curiosity, che sta per celebrare tre anni su Marte insieme a questo blog nato in occasione del suo atterraggio nel mese di agosto 2012, ha marcato i 1.000 sol di missione.
"Mille grazie alla migliore squadra che un rover potrebbe avere" ha scritto @MarsCuriosity in un tweet.

Rate this item
(0 votes)
Curiosity MastCam right sol 993 Curiosity MastCam right sol 993 Credit: NASA/JPL-Caltech - Processing: 2di7 & titanio44

Il traguardo è stato raggiunto sabato 30 maggio con circa 1.027 giorni terrestri trascorsi su Marte, davvero tanti ma che dal punto di vista del longevo Opportunity potrebbero essere appena l'inizio dell'avventura.

Curiosity Sol 997 NavCam

Guardando indietro! Questo mosaico, in cui sono viibili le tracce lasciate sul pavimento del cratere Gale e la strada percorsa, è stato ripreso durante il Sol 997 (28 maggio 2015).
Credit: NASA/JPL-Caltech/ Marco Di Lorenzo/Ken Kremer/kenkremer.com

Congiunzione Marte - Sole - Credit: NASA / JPLIl 1 giugno è stata per il rover l'ultima giornata di attività: per un paio di settimane, infatti, le operazioni scientifiche saranno ridotte al minimo a causa della congiunzione tra Marte e Sole che si verifica ogni 26 mesi circa. Marte si troverà allineato con la Terra ma dietro al Sole: in tale circostanza, le comunicazioni saranno ferme o comunque ridotte al minimo. Tutto dipenderà dall'attività solare ma il team conta di riprendere il programma intorno al 25 giugno (Sol 1026).

Il rover si trova ora in una posizione chiamata Marias Pass (le statistiche aggiornate sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza sono sempre disponibili nel "Mission Log" curato da Marco Di Lorenzo).

Qui sotto, l'ultima mappa ufficiale pubblicata fino al sol 991 (21 maggio 2015) ed un dettaglio aggiornato ed annotato da Phil Stooke al sol 997 (27 maggio 2015).

Curiosity Sol 991

Credit: NASA/JPL-Caltech/Univ. of Arizona

Curiosity sol 997

Credit: NASA/JPL-Caltech/Univ. of Arizona / Phil Stooke, University of Western Ontario

Come si vede dalla carta, il rover è arrivato sul posto dopo un curioso giro ad ovest e verso sud. Il team, infatti, voleva raggiungere un target geologico nella zona di "Jocko Butte", un'area nella parte orientale del territorio "Logan Pass", dove si incontrano due diverse unità geologiche. Qui, però il terreno si è dimostrato troppo ingannevole e scivoloso.

Curiosity mastCam right sol 984

Curiosity mastCam right sol 984
Credit: NASA/JPL-Caltech - Processing: 2di7 & titanio44

Durante tre guide su quattro, tra 7 maggio e il 13 maggio, Curiosity ha sperimentato una situazione di slittamento e, considerato il fatto che per raggiungere il target, avrebbe dovuto attraversare i pendii più ripidi affrontati finora su Marte, il team ha deciso di individuare una strada alternativa e un obiettivo raggiungibile più facilmente.

"Uno dei fattori da tenere in considerazione è quanto tempo bisogna dedicare al raggiungimento di un target", ha spiegato Ashwin Vasavada, Project Scientist della missione al JPL. "Abbiamo usato le osservazioni del Mars Reconnaissance Orbiter per individuare un sito alternativo di contatto scientifico nella zona di Logan Pass. E' un po' sconvolgete guidare su una collina verso un luogo che abbiamo visto solo attraverso le immagini satellitari e poi alla fine trovarlo di fronte a noi", ha aggiunto.

Così, Curiosity si è messo sulla via del ritorno, in direzione di Marias Pass, muovendosi sul terreno sopraelevato per evitare le increspature di sabbia, tra pareti di roccia decisamente stratificata.

Curiosity MastCam left sol 992

Curiosity MastCam left sol 992
Credit: NASA/JPL-Caltech - Processing: 2di7 & titanio44

Marias Pass ha caratteristiche simili al target originario selezionato: qui si incontrano due diversi tipi di terreno, una roccia scura sovrasta materiale più chiaro.
"Il team scientifico del rover vuole esaminare un affioramento che contenga il punto di contatto tra i due gruppi", ha detto la NASA.

Gli scienziati stanno perlustrando la zona anche per la presenza di vene minerali simili a quelle trovate in abbondanza a Garden City.

Curiosity MastCam left sol 997

Curiosity MastCam left sol 997
Credit: NASA/JPL-Caltech - Processing: 2di7 & titanio44

In apertura, un debayer (disponibile in dimensione originale 14.436x2.51 pixel sul nostro album di Flickr) del mosaico preso dalla MastCam right durante il sol 993, guardando verso sud.

Per ulteriori approfondimenti, qui trovate un interessante articolo (in inglese) del collega Ken Kremer.

Letto: 3511 volta/e Ultima modifica Giovedì, 04 Giugno 2015 20:47
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

2 commenti

  • Comment Link Elisabetta Bonora Mercoledì, 03 Giugno 2015 19:47 posted by Elisabetta Bonora

    Ciao Daniele, si c'è :)
    A questo link, http://curiosityrover.com/ , trovi le immagini sempre aggiornate, con diversi dati sullo scatto, la mappa con l'angolo di visuale, nonché molti altre informazioni utili.
    Mentre sull'Analyst's Notebook, http://an.rsl.wustl.edu/ , vengono archiviate diverse missioni (in differita) corredate da molti dati tecnici e scientifici supplementari.

  • Comment Link Daniele Mercoledì, 03 Giugno 2015 13:55 posted by Daniele

    Mi sono chiesto: non è disponibile una mappa dove siano disponibili foto con indicato il punto di scatto?
    Una sorta di street view marziano?

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 23 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 22 gennaio [updated on Jan,22]...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 20 Gennaio [Last ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 20 gennaio [Last updat...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 19/1/21 - Sol 762] - Mete...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista