Scritto: Lunedì, 17 Settembre 2012 06:31 Ultima modifica: Lunedì, 30 Dicembre 2013 11:07

Una fredda giornata su Marte


Non c'è che dire, alcune foto di Curiosity ricordano molto il deserto del Mojave (California, USA). A notare l'impressionante somiglianza è il team stesso della missione MSL.

Rate this item
(0 votes)

Curiosity sol 36 Mastcam

CURIOSITY sol 36 Mastcam
"Courtesy NASA/JPL -Caltech" processing 2di7 & titanio44

Non c'è che dire, alcune foto di Curiosity ricordano molto il deserto del Mojave (California, USA). A notare l'impressionante somiglianza è il team stesso della missione MSL.

CURIOSITY sol 36 (MSSS-MALIN) subframe

CURIOSITY sol 36 (MSSS-MALIN) subframe
"Courtesy NASA/JPL-Caltech" processing 2di7 & titanio44

Tuttavia, nonostante le immagini sembrano tanto familiari, i dati rilevati dalla stazione meteo di Curiosity portano a risultati completamente diversi: mentre il cratere Gale assomiglia ai polverosi giacimenti basaltici del sud-ovest americano, il termometro racconta tutt'altra storia.

Nel corso dei primi 30 sol la temperatura dell'aria ha variato dai -75° Celsius durante la notte, a circa 0° Celsius nel pomeriggio.

Su Marte rispetto alla Terra, è evidente una notevole escursione termica, dovuta principalmente ad un'atmosfera più sottile e ad un'aria più secca, meno ricca di vapore acqueo.

Anche nei deserti terrestri le variazioni termiche sono notevoli. Se prendessimo un nostro deserto e lo mettessimo in un'atmosfera meno spessa e più lontano dal Sole, otterremmo sicuramente un ambiente molto simile al cratere Gale.

Quello che risulta comunque particolarmente interessante, è la combinazione delle temperature "più miti" pomeridiane con una pressione atmosferica poco al di sopra del punto triplo dell'acqua.

Ashwin Vasavada della missione Mars Science Laboratory afferma: "l'acqua allo stato liquido potrebbe esistere in un range molto ristretto di condizioni". Sicuramente un'affermazione che entusiasma gli animi ma lo stesso Vasavada ci fa restare con i piedi a terra: "Non ci aspettiamo che Curiosity riesca a vedere acqua allo stato liquido perchè evaporerebbe o ri-congelerebbe troppo in fretta. Con così poco vapore acqueo nell'atmosfera, le molecole di acqua liquida sulla superficie dovrebbero rapidamente trasformarsi in gas."

Letto: 2159 volta/e Ultima modifica Lunedì, 30 Dicembre 2013 11:07
Alive Universe

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 17 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 17/1/21 - Sol 760] - Mete...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 16 Gennaio [Last ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 16 gennaio [Last updat...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 gennaio [updated on Jan,10]...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista