Scritto: Giovedì, 02 Aprile 2015 05:21 Ultima modifica: Sabato, 04 Aprile 2015 08:50

Curiosity fiuta l'antica storia di Marte


Mentre Curiosity era impegnato nell'esaminare rocce a Pahrump Hills, alcuni membri del team hanno utilizzato i suoi laboratori per analizzare lo xeno, un gas nobile pesante, nell'atmosfera del pianeta.

Rate this item
(0 votes)
Curiosity MAHLI sol 868 "selfie" Curiosity MAHLI sol 868 "selfie" Courtesy NASA/JPL-Caltech" processing 2di7 & titanio44

Dal momento in cui i gas nobili sono chimicamente inerti e non reagiscono con altre sostanze nell'aria o nel suolo, sono eccellenti per tracciare la storia climatica antica. Il problema è che lo xeno è presente in piccolissime quantità nell'atmosfera marziana da poter essere misurato solo con esperimenti il loco.

"Lo xeno è una misura fondamentale da prendere su pianeti come Marte o Venere, in quanto offre informazioni essenziali per comprendere la loro storia antica e perché risultano così diversi dalla Terra", ha detto Melissa Trainer, uno degli scienziati che hanno analizzato i dati SAM (Sample Analysis at Mars).

Un'atmosfera planetaria è formata da diversi gas, che sono a loro volta costituiti da varianti dello stesso elemento chimico, chiamate isotopi. Quando un pianeta perde atmosfera, le quantità dei diversi isotopi possono essere influenzate. Le misurazioni dello xeno ci dicono di più sulla perdita dell'atmosfera marziana. Poiché lo xeno esiste in natura in nove diverse forme isotopiche, con masse atomiche che vanno da 124 (con 70 neutroni per atomo) a 136 (con 82 neutroni per atomo), è l'ideale per ricostruire la storia passata di Marte. Un processo di perdita atmosferica, infatti, interessa prima gli strati più alti e tende a rimuovere più facilmente gli isotopi più leggeri, lasciando un rapporto più elevato in isotopi pesanti rispetto a com'era originariamente.

I dati del SAM, il laboratorio di Curiosity che analizza i campioni attraverso spettrometria di massa, gascromatografia e spettrometria laser, ripercorrono il primo periodo della storia del pianeta, quando era in corso un potente processo in grado di disperdere gli isotopi di xeno, quelli leggeri ad una velocità maggiore rispetto a quelli pesanti. Tali fughe hanno influenzato i rapporti e i valori che troviamo oggi sono una firma di quello che è successo miliardi di anni fa, già noti grazie allo studio dei meteoriti marziani ritrovati sulla Terra.

"Abbiamo trovato una notevole corrispondenza dei dati raccolti in situ con quelli dei campioni d’atmosfera inglobata in alcune delle meteoriti marziane", ha detto Pan Conrad, la vice responsabile scientifica di SAM.

Il SAM precedentemente aveva misurato il rapporto tra due isotopi di un altro gas, l'argon, e i risultati avevano evidenziato una perdita continua nel tempo di gran parte dell’atmosfera originale di Marte.

Com’è intuibile, l'esperimento sullo xeno ha richiesto una lunga preparazione. In particolare sono stati effettuati approfonditi test al Goddard Space Flight Center NASA di Greenbelt, nel Maryland, utilizzando una copia esatta del SAM, racchiuso in una camera climatica che simula l'ambiente di Marte.

15 055

Un tecnico del NASA Goddard perpara la replica dello strumento SAM per un esperimento. Una volta chiuso il portello, vengono simulate le condizioni di temperatura e pressione in cui si trova a lavorare lo strumento originale.
Credit: NASA

"Sono veramente soddisfatto del successo di questo esperimento e dal fatto che siamo stati in grado di dimostrare questa nuova funzionalità per Curiosity", ha detto Charles Malespín del Goddard, che ha sviluppato e ottimizzato l’intera sequenza di istruzioni da far eseguire a SAM su Marte.

Riferimenti:
- http://www.nasa.gov/press/2015/march/curiosity-sniffs-out-history-of-martian-atmosphere/index.html#.VRy1ieFISBE

Read 2198 times Ultima modifica Sabato, 04 Aprile 2015 08:50
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 3 Giugno

statisticaMENTE

  • COVID-19 update
    COVID-19 update

    Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in Italia, con possibili sviluppi futuri. (aggiornamento del 2 Giugno sera)

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 2 Giugno [Last update: 06/02/2020]

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 30 Maggio [Last update: 05/30/2020].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 1/6/20 - Sol 537] 

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 29/4/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 3 Giugno [updated on Jun,03]

HOT NEWS