Scritto: Venerdì, 19 Novembre 2021 06:46 Ultima modifica: Venerdì, 19 Novembre 2021 08:33

Invenuity continua a volare, Perseverance lo riprende


Mentre l'elicottero marziano è a quota 15 voli e sta per compiere il sedicesimo, il team di imaging di Perseverance ha montato un video che mostra il drone in azione durante il tredicesimo volo.

Rate this item
(2 votes)
Invenuity continua a volare, Perseverance lo riprende Crediti: NASA/JPL-Caltech - Processing: Elisabetta Bonora & Marco Faccin / aliveuniverse.today

Il volo 13 si è distinto come uno dei più complicati eseguiti da Ingenuity: è durato 160,5 secondi, ha comportato il passaggio su un terreno vario all'interno della caratteristica geologica "Séítah" e l'acquisizione di immagini di un affioramento da più angolazioni per la squadra del rover.

Con le foto scattate dalla Mastcam-Z di Perseverance, il team ha creato due filmati: uno mostra la maggior parte del volo 13, l'altro fornisce un primo piano del decollo e dell'atterraggio ripresi nell'ambito di un'osservazione scientifica con lo scopo di misurare i pennacchi di polvere generati dall'elicottero.

"Il valore di Mastcam-Z traspare davvero da questi video clip", ha affermato Justin Maki, vice investigatore principale per lo strumento Mastcam-Z presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA. "Anche a 300 metri di distanza, otteniamo un magnifico primo piano del decollo e dell'atterraggio attraverso l''occhio destro della Mastcam-Z. E mentre l'elicottero è poco più di un puntino nell'ampia visuale presa attraverso l'occhio sinistro, dà agli spettatori una buona idea delle dimensioni dell'ambiente che Ingenuity sta esplorando".

Nel primo video, durante il decollo, Ingenuity solleva un piccolo pennacchio di polvere catturato dalla Mastcam-Z destra. Dopo la salita iniziale all'altitudine massima prevista di 8 metri, l'elicottero esegue una piccola piroetta per allineare la telecamera a colori ai target di l'esplorazione. Quindi inizia a spostarsi orizzontalmente attraverso la sottile atmosfera marziana. Successivamente ritorna sulla scena, atterrando a circa 12 metri dal punto in cui è decollato. La vista più ampia del secondo video, invece, mostra come il drone abbia mantenuto l'altitudine durante il volo. Dopo il decollo, l'altimetro laser di bordo aveva rilevato un cambiamento di elevazione del terreno sottostante in direzione nord-est, a cui Ingenuity si è immediatamente adattato.

Dopo la congiunzione, Ingenuity ha eseguito un breve test di volo sperimentale prima di intraprendere il volo 15, con il quale è iniziato il viaggio di ritorno nelle vicinanze di "Wright Brothers Field", il punto di partenza.

 

Il 15-esimo volo e i preparativi per il 16

Con il volo numero 15, Ingenuity ha intrapreso un percorso a ritroso per tornare al sito di atterraggio di Octavia E. Butler, prima di avventurarsi oltre. La mappa qui sotto mostra il piano di volo per i prossimi mesi, durante i quali il drone si unirà a Perseverance nel viaggio verso nord lungo il bordo est di Séítah, prima di spostarsi a ovest per raggiungere l'antico delta del fiume Jezero.

Lungo la strada il team sta valutando un aggiornamento del software di volo che potenzialmente consentirà nuove capacità di navigazione e preparerà meglio Ingenuity per le sfide future.

ingenuity piano di volo

Crediti: NASA/JPL-Caltech/University of Arizona

Con il volo numero 15, il drone è tornato alla regione Raised Ridges, ripresa nel volo 10. Ha percorso circa 406 metri in 130 secondi, viaggiando a circa 12 metri di quota (si veda il nostro Mission Log dedicato per i dati puntuali).

Questo è stato il secondo volo effettuato con una densità atmosferica minore a causa della stagione estiva su Marte, che ha richiesto una velocità del rotore più alta per compensare.

Il 16-esimo volo potrebbe avvenire domani. Sarà più breve (109 secondi). L'elicottero salirà a 10 metri di quota, scivolerà sul Raised Ridges a 1,5 metri al secondo, quindi atterrerà vicino al bordo di "South Séítah", coprendo una distanza di 116 metri.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 165 volta/e Ultima modifica Venerdì, 19 Novembre 2021 08:33

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore e l'image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Altri articoli in questa categoria: « Il gemello di Perseverance inzia i test sulla Terra

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 27 novembre 2021.

StatisticaMENTE

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 25 novembre. Statisti...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 24 novembre 2021. ...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 23/11 - Sol 1032] - Meteo...

Sofia Vega for kids: ISCRIVITI

sofiavega for kids

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista