Scritto: Lunedì, 18 Novembre 2013 20:49 Ultima modifica: Domenica, 18 Gennaio 2015 17:50

MAVEN liftoff: iniziata una nuova missione NASA dedicata a Marte


Questa sera è iniziata la nuova missione della NASA dedicata a Marte: la sonda MAVEN (Mars Atmosphere and Volatile EvolutioN) è partita alla volta del Pianeta Rosso con un lancio perfetto dallo Space Launch Complex 41 della Cape Canaveral Air Force Station.

Rate this item
(0 votes)
MAVEN liftoff: iniziata una nuova missione NASA dedicata a Marte Credit:NASA

Le condizioni meteorologiche oggi offrivano un 60% di chance ma MAVEN è stato super puntuale e alle 19:28 ora italiana, proprio all'apertura della finestra di lancio, ha iniziato il suo viaggio di 10 mesi verso Marte, spinto in orbita dal razzo vettore Atlas V della ULA (United Launch Alliance). 

L'Atlas V, 30 minuti dopo il lancio, ha posizionato la sonda sopra l'Oceano Atlantico equatoriale in direzione dell'Africa.

MAVEM Atlas 5 map

Credit: ULA

22 minuti più tardi MAVEN si è separato dal vettore, comunicando per la prima volta con le stazione di terra di Perth e Canberra, in Australia.

Alle 20:55 è stato confermato il dispiegamento dei pannelli solari.
Qui sotto un video di simulazione realizzato dalla Lockheed Martin Space Systems il 21 marzo scorso.

"La United Launch Alliance è orgogliosa di far parte di questa grande missione, lavorando a stretto contatto con il NASA Launch Services Program e le squadre del Maven", ha dichiarato Jim Sponnick, vice presidente dei programmi Atlas e Delta dell'ULA.
" Le missioni su Marte sono molto emozionanti e negli ultimi dieci anni, ai sistemi di lancio ULA sono stati affidati i lanci di tutte le missioni della NASA verso il Pianeta Rosso, inclusi i rover Spirit e Opportunity e la più recente Mars Science Laboratory con il rover Curiosity".

MAVEN è partita per Marte a pochi giorni di distanza dalla missione indiana MOM (Mars Orbiter Mission): le due sonde studieranno l'atmosfera del pianeta per determinarne l'evoluzione e i cambiamenti che lo hanno trasformato come lo vediamo oggi.

MAVEN è una sonda abbastanza grande: raggiunge gli 11.43 metri con i pannelli dispiegati.

Pur essendo una missione a basso budget, trasporta nove sensori in tre suite di strumenti:

  • il Particles and Fields Package (PFP), che contiene sei strumenti per caratterizzare il vento solare e la ionosfera di Marte: il Solar Energetic Particle (SEP), il Solar Wind Ion Analyzer (SWIA), il Solar Wind Electron Analyzer (SWEA), il SupraThermal and Thermal Ion Composition (STATIC), il Langmuir Probe and Waves (LPW) e il Magnetometer (MAG).
    Questo set di strumenti è rimasto attivo durante il decollo, registrando dati.

  • il Remote Sensing Package (RSP), che determinerà le caratteristiche globali dell'atmosfera superiore e della ionosfera

  • il Neutral Gas and Ion Mass Spectrometer(NGIMS), che misurerà la composizione dell'atmosfera superiore.

Quando MAVEN raggiungerà Marte, si posizionerà su un'orbita ellittica tra i 150 e i 6.115 chilometri sopra il pianeta.

Tra due o tre settimane tutti gli strumenti verranno attivati per la prima volta per i test post lancio.

Buon viaggio MAVEN: ci vediamo su Marte il 22 settembre 2014!

Read 3704 times Ultima modifica Domenica, 18 Gennaio 2015 17:50
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 29 Marzo

Log: Missioni e Detriti

  • Rilevazione di Onde Gravitazionali
    Rilevazione di Onde Gravitazionali

    Stato della rivelazione di probabili Onde Gravitazionali da parte di Virgo e Ligo (aggiornato al 28 Marzo).

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 26 Marzo [Last update: 03/26/2020]

  • Hayabusa 2 operations
    Hayabusa 2 operations

    Le manovre della sonda giapponese intorno a Ryugu (aggiornato il 5/3/20).

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 26 Marzo [Last update: 03/26/2020].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 28/3/20 - Sol 473] 

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 25/3/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 21 Marzo [updated on March,21]

HOT NEWS