Scritto: Sabato, 02 Novembre 2013 08:11 Ultima modifica: Domenica, 18 Gennaio 2015 17:56

NASA MAVEN: sta per iniziare una nuova missione su Marte


Dopo aver rischiato un brusco stop a causa dello shutdown che i primi di ottobre ha coinvolto gli Stati Uniti, la sonda Mars Atmosphere and Volatile EvolutioN (MAVEN) della NASA è quasi pronta per iniziare una nuova missione alla volta del Pianeta Rosso.

La partenza è schedulata per lunedì 18 novembre, alle 19:28 ora italiana, ma la finestra di lancio si estende fino al 7 dicembre.

Rate this item
(0 votes)
NASA MAVEN: sta per iniziare una nuova missione su Marte Credit: NASA's Goddard Space Flight Center

La missione ha l'obiettivo di esplorare l'atmosfera superiore di Marte, la ionosfera e le interazioni con il vento solare.

Gli scienziati useranno i dati del MAVEN per determinare quali processi hanno contribuito la perdita delle sostanze volatili dell'atmosfera marziana, ricavando informazioni sulla storia del clima, dell'acqua allo stato liquido e dell'abitabilità planetaria.

"La missione di Maven è un passo significativo per svelare il puzzle planetario degli ambienti del passato e del presente di Marte" ha dichiarato John Grunsfeld, amministratore associato per il Science Mission Directorate della NASA a Washington.

La sonda spaziale, di circa 2.450 chilogrammi, verrà lanciata a bordo del razzo vettore Atlas V 401 della Cape Canaveral Air Force in Florida, per un viaggio di 10 mesi verso Marte.

Così nel mese di novembre ben due sonde verranno lanciate verso il Pianeta Rosso.
L'orbiter indiano Mangalyaan (MOM), ora settato per il lancio il prossimo 5 novembre, anticiperà la partenza del MAVEN solo di qualche giorno e arriveranno in orbita marziana quasi contemporaneamente.

NASA MAVEN structure

Credit: Lockheed Martin

MAVEN non è affatto una piccola sonda.
La struttura principale a forma di cubo è 2.3 x 2.3 x 2 metri (di altezza).
Al centro c'è un cilindro di 1.3 metri di diametro che racchiude il serbatoio di idrazina e serve come struttura verticale portante. Può contenere fino a 1.640 chilogrammi di propellente, una riserva sufficiente a mantenere la sonda operativa per più di un decennio.
Ma se consideriamo l'estensione totale, compresi i pannelli solari, allora MAVEN raggiunge ben 11.43 metri, con un'atenna ad alto guadagno di 2 metri (poco meno di quella del Mars Reconnaissance Orbiter MRO di 3 metri ma maggiore rispetto a quella di Odyssey di 1,3 metri).

MAVEN potrà essere usato anche come ripetitore per supporto alle comunicazioni con la Terra per le altre missioni robotiche al lavoro sulla superficie del pianeta.

Dopo l'arrivo, previsto per settembre 2014, MAVEN diventerà operativo osservando tutte le latitudini di Marte.

Durante la sua missione primaria di un anno terrestre, si inserirà in on'orbita ellittica tra i 150 e i 6.115 chilometri sopra il pianeta: eseguendo 5 "tuffi" orbitali, che lo porteranno sempre più all'interno dell'atmosfera, scendendo fino ad una quota di circa 125 chilometri, che segna il confine inferiore dell'atmosfera superiore di Marte.

Anche se MAVEN e MOM sono due missioni indipendenti e portano carichi scientifici diversi, hanno molti obiettivi comuni, come lo studio dell'evoluzione dell'atmosfera marziana per rispondere alle grandi domande sul pianeta che vediamo oggi.

Ma una differenza significativa è che MOM dispone di un sensore di metano, un marker potenziale di vita (circa il 90 % del metano atmosferico della Terra deriva da organismi viventi).

NASA MAVEN instruments

Credit: NASA

Tuttavia, MAVEN pur essendo una missione a basso budget, trasporta nove sensori in tre suite di strumenti:

  • il Particles and Fields Package, contiene sei strumenti per caratterizzare il vento solare e la ionosfera di Marte
  • il Remote Sensing Package, determinerà le caratteristiche globali dell'atmosfera superiore e della ionosfera
  • il Neutral Gas and Ion Mass Spectrometer, misurerà la composizione dell'atmosfera superiore.

Qui sotto, un incredibile video: un anno di lavoro riassunto in soli 10 minuti!

MAVEN è una missione robotica della NASA low-cost per l'esplorazione di Marte all'interno del programma Nasa Mars Scout.

Read 4186 times Ultima modifica Domenica, 18 Gennaio 2015 17:56
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 26 Febbraio

Log: Missioni e Detriti

  • Rilevazione di Onde Gravitazionali
    Rilevazione di Onde Gravitazionali

    Stato della rivelazione di probabili Onde Gravitazionali da parte di Virgo e Ligo (aggiornato al 25 Febbraio) Hot!

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 26 Febbraio [Last update: 02/26/2020

  • Hayabusa 2 operations
    Hayabusa 2 operations

    Le manovre della sonda giapponese intorno a Ryugu (aggiornato il 9/12/19).

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 26 Febbraio [Last update: 02/26/2020].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 25/2/20 - Sol 443] 

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 17/2/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 14 Febbraio [updated on Feb,14]

HOT NEWS