Scritto: Giovedì, 07 Maggio 2015 11:00 Ultima modifica: Martedì, 15 Febbraio 2022 04:56

Gli Emirati Arabi si preparano ad esplorare Marte con Hope


L'orbita marziana rischierà nei prossimi anni di diventare trafficata quasi quanto quella terrestre! Ora, anche gli Emirati Arabi puntano ad avere una loro sonda in orbita entro il 2020 per studiare l'atmosfera del pianeta. Si chiamerà Hope (Speranza).

Rate this item
(0 votes)
Sarah Amiri, vice Project Manager della missione Hope.
Sarah Amiri, vice Project Manager della missione Hope.
AP Photo/Kamran Jebreili

Il governatore di Dubai, Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum, aveva preannunciato i piani scientifici degli Emirati Arabi lo scorso anno ma, un incontro avvenuto questo mercoledì, ha rappresentato una buona occasione per presentare nuovi dettagli tra animazioni, effetti speciali e proiezioni cinematografiche.

"Questa missione su Marte è davvero la speranza del mondo arabo, il messaggio è che si può essere migliori e si può migliorare il proprio paese", ha detto ai giornalisti Sheikh Mohammed.

Hope, il cui lancio è previsto per l'estate 2020, non atterrerà sulla superficie ma scruterà l'atmosfera per registrarne i cambiamenti nel corso del tempo. Dopo un viaggio di sette/nove mesi, gli ingegneri si aspettano che resterà in orbita almeno fino al 2023.

Attualmente il progetto, interamente gestito dagli Emirati, impegna 75 ingegneri, numero destinato a raddoppiare entro il 2020.
Al momento, però, nessuna informazione sui costi di missione è stata rilasciata.

Dubai, al centro lo Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum

Dubai, al centro lo Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum mentre annuncia la missione Hope degli Emirati Arabi mercoledì 6 maggio 2015.
AP Photo / Kamran Jebreili

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 2592 volta/e Ultima modifica Martedì, 15 Febbraio 2022 04:56

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore e l'image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Altri articoli in questa categoria: Marte: fissata la data di lancio per Hope »
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 29 giugno 2022

StatisticaMENTE

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 28 giugno. Reboost! ...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 21 giugno. Statistiche sul...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora