Scritto: Domenica, 13 Marzo 2016 13:45 Ultima modifica: Lunedì, 14 Marzo 2016 08:04

Meno di 24 ore al lancio di ExoMars


Ormai i preparativi sono agli sgoccioli e gli animi in fermento, mancano meno di 24 al lancio di ExoMars!
La missione congiunta ESA / Roskosmos a forte contributo italiano.

Rate this item
(0 votes)
Meno di 24 ore al lancio di ExoMars Copyright ESA–Stephane Corvaja

Come avevamo anticipato in un precedente articolo, Exomars è formata da due veicoli, la sonda Trace Gas Orbiter (TGO) e il lander Schiaparelli, che prende il nome dal celebre astronomo italiano. La missione raggiungerà Marte il 19 ottobre 2016.
Mentre TGO rimarrà in orbita per cercare segni di vita mappando il metano atmosferico, altri gas marcatori e depositi di ghiaccio d'acqua appena sotto la superficie, il lander si separerà ed atterrerà in Meridiani Planum dove sarà operativo alcuni sol, alimentato dalle sue batterie interne.

La seconda parte della missione inizierà invece nel 2018 con l'atterraggio di un lander e di un rover in Oxia Planum.

L'ESA inizierà la diretta domani alle 9:30 ora italiana mentre il lancio è in programma per le 10:31, dalla base di Baikonur in Kazakhstan.
5 minuti e 7 secondi dopo il lancio, lo stadio superiore Breeze-M e il payload si separeranno dal vettore Proton. L'altra separazione avverrà alle 21:13 ora italiana. A quel punto la sonda dovrà aprire i suoi pannelli solari e forse si potrà tirare un primo sospiro di sollievo. L'ESA si aspetta di comunicare con TGO alle 22:28.

Qualche dato.
Massa totale del carico: 4.332 kg. (incluso il lander Schiaparelli di 600 kg.)
Trace Gas Orbite - dimensioni: 3.5 m. x 2 m. x 2 m. e fino a 17.5 m. da un estremo all'altro con i pannelli solari dispiegati
Trace Gas Orbiter - payload: Atmospheric Chemistry Suite (ACS); Colour and Stereo Surface Imaging System (CaSSIS); Fine Resolution Epithermal Neutron Detector (FREND); Nadir and Occultation for Mars Discovery (NOMAD)
Trace Gas Orbiter - missione: arrivo 19 ottobre 2016 in orbita ellittica (impiegherà quattro giorni per una rivoluzione attorno al pianeta); la distanza dalla superficie varierà tra i 300 km. e 96 000 km.
Tra gennaio e novembre 2017, l'orbiter verrà portato su un'orbita circolare a 400 km. di distanza dalla superficie di Marte.
Le operazioni scientifiche inizieranno a dicembre 2017 e dureranno per due anni di missione primaria.
Schiaparelli - dimensioni: 1,65 m. di diametro (2,4 m. con scudo termico), alto 1,8 m.
Schiaparelli - payload: DREAMS, COMARS, AMELIA, INRRI
Schiaparelli - discesa ed atterraggio: si separerà da TGO il 16 ottobre 2016 alle 14:42 UTC ed atterrerà su Marte tre giorni più tardi.
Schiaparelli - sito di atterraggio: Meridiani Planum

Oltre al live stream, sarà possibile seguire su Twitter @ESA_ExoMars, @esaoperations e @esascience.
Esiste anche un account ufficiale per @ESA_TGO ma non sarà attivato fino al primo contatto con la sonda.

A Roma, in Piazza del Popolo, un megamonitor ospitato nell'installazione dedicata alla missione, ideata e realizzata dall’Agenzia Spaziale Italiana, in collaborazione con Thales Alenia Space Italia, FinMeccanica e Telespazio, trasmetterà in diretta l'evento. Hashtag #Italiavasumarte (maggiori informazioni: http://www.asi.it/it/news/litalia-va-su-marte).

Naturalmente, troverete tutti gli aggiornamenti anche sul nostro sito web e su Twitter VIA @eliBonora.

In caso di rinvio dell'ultimo minuto, la finestra di lancio resterà aperta fino al 25 marzo.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 1776 volta/e Ultima modifica Lunedì, 14 Marzo 2016 08:04
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 14 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 14/1/21 - Sol 758] - Mete...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 12 Gennaio [Last ...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 gennaio [updated on Jan,10]...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 9 gennaio [Last update...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 10/11/20). Le manovre della so...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista