Martedì 21 Novembre 2017
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

Schiaparelli: l'investigazione continua

Schiaparelli: l'investigazione continua
Copyright: ESA/ATG medialab

L'ESA ha recuperato una grande quantità di dati dal lander Schiaparelli, riuscendo così ad indagare ulteriormente sulle cause che hanno portato all'impatto del lander il 19 ottobre scorso.

L'ingresso nell'atmosfera marziana e la frenata sono avvenuti come previsto, spiega l'ultimo report.
Il paracadute si è distribuito normalmente ad un'altitudine di 12 chilometri e ad una velocità di 1.730 chilometri al secondo; lo scudo termico, dopo aver lavorato, è stato giustamente rilasciato ad un'altitudine di 7,8 chilometri. Anche l'altimetro del modulo di discesa ha funzionato in modo corretto. A creare il problema, invece, sarebbe stata la Inertial Measurement Unit (IMU) che, utilizzata per calcolare la velocità di rotazione del lander, avrebbe rapidamente raggiunto una condizione di saturazione, durata appena un secondo, subito dopo l'apertura del paracadute.
Quando le informazioni errate rilevate dall'IMU sono state immesse nel sistema di navigazione, l'altitudine stimata è diventata negativa, come se Schiaparelli si fosse trovato sotto il suolo marziano. Ciò avrebbe innescato un rilascio prematuro del paracadute, una breve accensione dei motori e l'attivazione dei sistemi "on-ground", come se il lander fosse già atterrato. In realtà si trovava ancora a 3,7 chilometri dalla superficie.

"Questa è solo una conclusione preliminare delle nostre indagini tecniche", ha commentato David Parker, direttore ESA della divisione Human Exploration and Robotics.
"Il quadro completo sarà fornito nei primi mesi del 2017 con il rapporto di una commissione d'inchiesta indipendente esterna, come richiesto dal Direttore Generale dell'ESA".
"Ma noi abbiamo imparato molto da Schiaparelli e ciò contribuirà direttamente alla seconda parte della missione ExoMars in fase di sviluppo con i nostri partner internazionali per il 2020".

Nel frattempo, i dati di bordo rilevati da Schiaparelli durante l'ingresso in atmosfera sono stati passati ai team scientifici, mentre il Trace Gas Orbiter (TGO) sta iniziando la sua prima serie di osservazioni scientifiche.

Altre info su questo post:

Condividi e resta aggiornato!

Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
In cerca di una nuova occupazione, negli ultimi anni mi sono occupata di digital advertising, web e video analytics.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

Sito web: https://twitter.com/EliBonora
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

Immagine del giorno

Log: Missioni e Detriti

Dallo spazio attorno alla Terra

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 20 Novembre.

Sole

Attività solare - Crediti NASA/ESA/SOHO

STEREO Ahead - Crediti NASA

SOHO LASCO C2 - Crediti ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Crediti ESA/NASA SOHO/LASCO

 

 

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.