Scritto: Mercoledì, 11 Maggio 2022 04:52 Ultima modifica: Mercoledì, 11 Maggio 2022 05:41

InSight rileva il più grande terremoto mai avvenuto su Marte


Un terremoto di magnitudo 5 ha scosso la superficie del Pianeta Rosso il 4 maggio 2022, durante il 1.222-esimo sol della missione della NASA InSight. Questo è l'evento sismico più forte rilevato su Marte finora e su qualsiasi altro pianeta oltre la Terra.

Rate this item
(3 votes)
Questo spettrogramma mostra il più grande terremoto mai rilevato su un altro pianeta. L'evento è stato scoperto dal lander InSight della NASA il 4 maggio 2022.
Questo spettrogramma mostra il più grande terremoto mai rilevato su un altro pianeta. L'evento è stato scoperto dal lander InSight della NASA il 4 maggio 2022.
Crediti: NASA/JPL-Caltech/ETH Zurigo

Il recente martemoto ha superato anche il precedente record di magnitudo 4,2, registrato il 5 agosto 2021.
"Il team e i partner di NASA InSight hanno appena ricevuto dati preliminari da Marte su quella che si ritiene sia la più grande attività sismica mai registrata su un altro pianeta!" Lo ha detto su Twitter l'amministratore associato per la scienza Thomas Zurbuchen. "Stima preliminare: evento di magnitudo 5. Dovete essere pazienti mentre i team sta analizzando i dati".

Questo evento si aggiunge al catalogo di oltre 1.313 terremoti rilevati da InSight dall'atterraggio su Marte nel novembre 2018.


Un evento eccezionale

InSight è stato inviato su Marte con un sismometro ad alta sensibilità, il Seismic Experiment for Interior Structure (SEIS), fornito dal Centre National d'Études Spatiales (CNES) francese per studiare l'interno profondo del pianeta. Quando le onde sismiche attraversano o riflettono nel materiale della crosta, del mantello e del nucleo di Marte, cambiano il modo di propagazione offrendo ai sismologi uno strumento per studiare l'interno del pianeta e la composizione dei suoi strati. E ciò che apprendiamo sulla struttura di Marte può aiutarci a comprendere meglio la formazione di tutti i mondi rocciosi, compresa la Terra e la sua Luna.

In termini terrestri, un terremoto di magnitudo 5 non è poi così eccezionale. Sul nostro pianeta, tali scosse si verificano mezzo milione di volte all'anno e raramente causano gravi danni, anche se vengono avvertite bene dalla popolazione. Tuttavia, è vicino al limite superiore di ciò che gli scienziati speravano di vedere su Marte durante la missione InSight. 

Il team scientifico dovrà studiare ulteriormente questo nuovo evento prima di poter fornire dettagli sulla posizione, cosa l'ha originato e cosa può raccontarci sull'interno del Pianeta Rosso.
"Da quando abbiamo impostato il nostro sismometro nel dicembre 2018, abbiamo aspettato quello più grande", ha affermato Bruce Banerdt, investigatore principale di InSight presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA. “Questo terremoto fornirà sicuramente una vista sul pianeta come nessun altro".

martemoto 4 maggio 2022Questo sismogramma mostra il più grande terremoto mai rilevato su un altro pianeta. Stimato a magnitudo 5, questo terremoto è stato scoperto dal lander InSight della NASA il 4 maggio 2022, il 1.222-esimo giorno marziano, o sol, della missione.
Crediti: NASA/JPL-Caltech

 

Una fase di sfide

Questo grande terremoto marziano è arrivato mentre InSight sta affrontando nuove sfide con i suoi pannelli solari, che alimentano la missione. Sta arrivando l'inverso in Elysium Planitia, c'è più polvere nell'aria e c'è meno luce solare disponibile.

Una tempesta locale di polvere aveva mandato il veicolo spaziale in modalità provvisoria a gennaio, sollevando serie preoccupazioni sul futuro del lander. E solo pochi giorni dopo la sua nuova grande scoperta, il 7 maggio 2022, il veicolo spaziale ha raggiunto di nuovo livelli di potenza pericolosamente bassi. L'energia disponibile del lander è scesa appena al di sotto del limite che attiva il safe mode, con cui il veicolo spaziale sospende tutte le funzioni tranne quelle più essenziali (altri dettagli sull'andamento della missione nel nostro Mission Log). 

Il lander sta ora affrontando la fase estesa della sua missione, dopo aver raggiunto gli obiettivi scientifici stabiliti a fine 2020 ed aver ricevuto un bonus fino al dicembre 2022.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 131 volta/e Ultima modifica Mercoledì, 11 Maggio 2022 05:41

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore e l'image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 23 Maggio 2022.

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 23 maggio. Statistiche sul...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 19 Maggio. ...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora