Scritto: Martedì, 05 Marzo 2019 09:50 Ultima modifica: Giovedì, 07 Marzo 2019 07:47

Che tempo fa su Elysium Planitia?


 Da due settimane sono pubblicamente disponibili le misure di temperatura, pressione e vento rilevate da Insight. Intanto lo strumento HP3 si prepara a perforare la superficie...

Rate this item
(0 votes)
Dati registrati da APSS in 2 Sol e mediati su base oraria. L'ultimo grafico indica anche la direzione del vento. Dati registrati da APSS in 2 Sol e mediati su base oraria. L'ultimo grafico indica anche la direzione del vento. Image credit: NASA/JPL-Caltech/Cornell/CAB - Processing: Marco Di Lorenzo

 Variazione del 7/3: inseriti, nella parte finale dell'articolo, gli aggiornamenti relativi ai progressi nella perforazione da parte di HP3

 A partire dal 25 Febbraio, la NASA ha allestito una pagina in cui è possibile seguire l'evoluzione delle condizioni meteo nel sito di atterraggio di Insight, il lander geologo che si è posato su Marte oltre 4 mesi fa. Come si vede dall'immagine di apertura, tratta da quel sito, in questa stagione la temperatura giornaliera oscilla di oltre 70° (rimanendo sempre sotto lo zero), la pressione media è 7,2 mbar (e varia in modo invertito rispetto alla temperatura, ma con un ritardo di un paio d'ore) mentre i venti soffiano a velocità tipiche di 15 km/h, prevalentemente da Sud-Ovest.

 Il lander Insight, oltre ai due principali strumenti di indagine geologica SEIS e HP3 (del secondo parleremo tra poco), dispone di una suite di rilevatori scientifici denominata "Auxiliary Payload Subsystem" (APSS) che comprende tre stazioni meteorologiche miniaturizzate: una per la misura della pressione atmosferica e due per rilevare sia la temperatura dell'aria che la velocità e la direzione del vento. Esse sono posizionate su appositi supporti nel ripiano superiore del lander (deck), come mostrato nella immagine di sintesi qui sotto:

MeteoSensor

Credit: NASA/JPL-Caltech

 Le stazioni meteo sono state sviluppate dal JPL di Pasadena, in collaborazione con la Cornell University e il "Centro de Astrobiologia" spagnolo. APSS fornirà informazioni meteorologiche 24 ore su 24, aggiornate ogni secondo e inviate quotidianamente alla Terra; una mole di informazioni maggiore rispetto a qualsiasi missione marziana precedente, che di solito raccoglievano dati solo in modo intermittente. Il lander dovrebbe continuare a registrare queste informazioni per almeno due anni terrestri, dunque oltre un anno marziano; questi dati non servono solo ai meteorologi ma anche ai geologi che ne dovranno tenere conto per calibrare le delicate misure del sismometro e della sonda termica.

 Di seguito, i due sensori di temperatura e vento in un selfie stato ripreso prima della deposizione degli altri strumenti sulla superficie; i due bracci, orientati ad est e ad ovest, sono chiamati "Temperature and Wind for InSight" (TWINS) e sono di costruzione spagnola.

SelfieTemp

Credit: NASA/JPL-Caltech

 "Ti dà l'impressione di visitare un posto alieno", ha detto Don Banfield della Cornell "Marte ha fenomeni atmosferici familiari che sono ancora molto diversi da quelli sulla Terra. L'APSS ci aiuterà a filtrare il rumore ambientale nei dati sismici, distinguendo un vero terremoto da un segnale spurio". Sotto il deck del lander c'è anche un magnetometro che misurerà i cambiamenti nel campo magnetico locale, anch'essi capaci di influenzare SEIS; si tratta del primo magnetometro mai installato sulla superficie di un altro pianeta.

 InSight fornirà un set di dati unico che andrà ad integrare le misurazioni meteorologiche di altre missioni attive, tra cui il rover Curiosity della NASA e gli orbiter che girano intorno al pianeta. I sensori sono in realtà pezzi di riserva riciclati, originariamente costruiti per la "Rover Environmental Monitoring Station" (REMS) di Curiosity.

 Di seguito gli andamenti delle misure nell'ultima settimana, trasposti in grafici; sono riportati, per ogni giorno marziano, i valori massimi, medi e minimi (la velocità del vento è presentata sia in scala lineare che logaritmica):

Meteo 190305


  HP3 94

Credit: NASA/JPL-Caltech - Processing: Marco Di Lorenzo

 Passiamo brevemente ai progressi riguardanti il perforatore/sonda termica HP3, deposto come si ricorderà sulla superficie lo scorso 12 Febbraio. Nel tardo pomeriggio del Sol 94 (3 Marzo), la fotocamera IDC installata sul braccio robotico ha scattato l'immagine qui sopra che ritrae lo strumento saldamente posato sul terreno. Secondo la tabella di marcia ufficiale, stilata prima dell'arrivo su Marte, lo strumento dovrebbe iniziare a perforare la superficie 4-6 settimane dopo essere stato posato; questo significa che la perforazione potrebbe partire già all'inizio della prossima settimana e comunque entro il mese di Marzo. L'operazione di perforazione durerà al massimo 1 mese e, una volta conclusa, per Insight inizierà l'attività scientifica "di routine".

 Poche ore dopo la pubblicazione dell'articolo, è uscito questo aggiornamento che racconta come le operazioni di perforazione da parte di HP3 siano in realtà già iniziate il giorno 28 Febbraio ma siano state interrotte quando la punta della sonda era arrivata a soli 30 cm di profondità (circa 3/4 della sua lunghezza totale) a causa della presenza inaspettata di quello che sembra uno strato di roccia, che ha provocato anche una deviazione di 15° della sonda rispetto alla verticale. Dopo alcuni infruttuosi tentativi di percussione il 2 Marzo, si è deciso di interrompere le operazioni di "martellamento" per un paio di settimane, valutando meglio la situazione. A quanto pare, la sonda termica (detta "mole") ha già effettuato una misura di conducibilità termica, riscaldando una estremità di 28°C e rilevando quanto rapidamente il calore si propagasse nel terreno; sono previsti altri test nei prossimi giorni.

 Concludiamo con un grafico aggiornato delle immagini scattate da Insight fino a ieri; stavolta l'intervallo temporale non parte dal "Sol zero" ma si limita alle ultime 9 settimane. A breve verrà creato un nuovo "Mission Log" che riporterà, aggiornati, questo grafico e quelli meteorologici presentati più sopra...

p 190305

 

Riferimenti:

https://mars.nasa.gov/insight/weather/

https://mars.nasa.gov/news/8415/insight-is-the-newest-mars-weather-service/?site=insight

https://mars.nasa.gov/news/8412/nasas-insight-prepares-to-take-mars-temperature/?site=insight

Read 325 times Ultima modifica Giovedì, 07 Marzo 2019 07:47
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Please enable the javascript to submit this form

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 21 Maggio.

Log: Missioni e Detriti

  • Tiangong-2 orbit
    Tiangong-2 orbit

    Evoluzione dell'orbita della seconda stazione spaziale cinese. Aggiornamento del 20/5 [Last update: 05/20]

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 20/5 [Last update: 05/20/19]

  • Hayabusa 2 operations
    Hayabusa 2 operations

    Le manovre della sonda giapponese intorno a Ryugu (aggiornato il 17/5/19).

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubbe Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 20/5 [Last update: 05/20/19].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 21/5 - Sol 171]

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 10/5/19).

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 21 Maggio [updated on May,21]

HOT NEWS