Scritto: Domenica, 15 Maggio 2022 16:27 Ultima modifica: Domenica, 15 Maggio 2022 17:10

Curiosity trova una misteriosa porta su Marte


Ma non è il caso di agitarsi, non è nulla di alieno. È, invece, una eccitante caratteristica geologica.

Rate this item
(3 votes)
Curiosity sol 3466 (https://flic.kr/p/2nkAeoX)
Curiosity sol 3466 (https://flic.kr/p/2nkAeoX)
Crediti: NASA/JPL-Caltech/MSSS - Processing: Elisabetta Bonora & Marco Faccin / aliveuniverse.today

Il tam tam di una sensazionale scoperta è partito subito in rete, giovedì scorso, non appena la foto è stata rilasciata in formato raw nel catalogo ufficiale delle immagini di Curiosity ma solo ieri è stata pubblicata anche la versione sinistra dello stesso panorama che permette, tra l'altro, di costruire un anaglifo. Prendete gli occhialini 3D.

curiosity sol 3466 the door anagliph

Crediti: NASA/JPL-Caltech/MSSS - Processing: Elisabetta Bonora & Marco Faccin / aliveuniverse.today (https://flic.kr/p/2nkGKpP)

Curiosity ha scattato queste foto misteriose con la Mastcam il 7 maggio 2022 (sol 3466). Diversi indizi, però, mostrano che non si tratta di un'architettura aliena. Prima di tutto, è alta meno di 1 metro e poi non porta da nessuna parte. Nella nostra elaborazione schiarita in apertura, si vede chiaramente che è un taglio cuneiforme nella roccia, poco profondo. Inoltre, guardando il contesto, si nota che non è poi una caratteristica così unica. La sommità dell'affioramento è piena di grandi rocce geometricamente fratturate.

curiosity sol 3466 pam

Crediti: NASA/JPL-Caltech/MSSS - Processing: Thomas Appéré

Il geologo britannico Neil Hodgson, vicepresidente della società britannica di geoscienze Searcher, ha detto ai media che la "porta" potrebbe essere causata dall'erosione. Intorno si riconoscono diversi strati, ha spiegato, "letti di limo, con letti sabbiosi più duri". "Si sono depositati forse 4 miliardi di anni fa in condizioni sedimentarie, forse in un fiume (avrei bisogno di vedere più affioramenti per essere sicuro) o in una duna portata dal vento", ha aggiunto. "Sembra che "un grosso masso sia caduto sotto il suo peso" per creare la grotta a forma di porta, ha detto. 

Il geologo planetario Nicholas Mangold dell'Università di Nantes in Francia, che studia i dati geologici dei rover Curiosity e Perseverance, concorda sul fatto che la "porta" marziana si sia formata naturalmente dalla struttura della roccia. "Si tratta di fratture in due direzioni, che creano una 'scatola aperta' con l'aspetto di una porta, niente di artificiale", ha detto. Quindi, per i marziani bisogna aspettare!

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 610 volta/e Ultima modifica Domenica, 15 Maggio 2022 17:10

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore e l'image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento:6 luglio 2022

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 5 luglio ...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 1 luglio. Statistiche sull...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora