Scritto: Venerdì, 22 Aprile 2022 06:00 Ultima modifica: Venerdì, 22 Aprile 2022 06:22

Gli Stati Uniti volevano bombardare la Luna


Il programma Advanced Aerospace Threat Identification Program (AATIP) del governo degli Stati Uniti non è più attivo ma, nel pieno dei lavori, ha speso milioni di dollari per ricercare tecnologie sperimentali e bizzarre.

Rate this item
(2 votes)

I documenti, che includono quasi 1.600 pagine di rapporti, proposte, contratti e appunti di riunioni, rivelano alcune strane priorità. Il programma, che aveva l'obiettivo di studiare mantelli dell'invisibilità, dispositivi antigravitazionali, wormhole attraversabili e progettare un tunnel lunari, oltre che indagare sugli UFO, è stato operativo dal 2007 al 2012 ma è diventato noto al pubblico solo nel 2017, quando l'ex direttore del programma si è dimesso dal Pentagono.
Tutti i file possono essere consultati qui.

Molti argomenti come "wormhole attraversabili, stargate ed energia negativa", "comunicazioni con onde gravitazionali ad alta frequenza", "trasmissione a curvatura, energia oscura e manipolazione di dimensioni extra"  sembrano usciti dai film di fantascienza. E, in effetti, molti rapporti sottolineano l'impraticabilità di tali progetti.

In un documento sulla "propulsione di massa negativa", gli autori hanno addirittura proposto un piano per cercare metalli estremamente leggeri al centro della Luna che potrebbero essere "100.000 volte più leggeri dell'acciaio, ma con la forza dell'acciaio". Per raggiungere il centro della Luna, i ricercatori hanno suggerito di aprire un tunnel attraverso la crosta lunare e il mantello usando esplosivi termonucleari. Ma per fortuna, sembra che gli Stati Uniti non abbiano preso sul serio l'idea, anzi con il programma Artemis si vuole riportare l'uomo sul nostro satellite e stabilirvi una permanenza sostenibile.

Essendo un po' stravaganti, non è chiaro se questi documenti abbiano mai portato a investimenti a lungo termine in tecnologie avanzate. Secondo Vice.com, gran parte dell'agenda dell'AATIP si basava sulla ricerca a contratto con la Bigelow Aerospace Advanced Space Studies (BAASS). La società, gestita da Robert Bigelow, un amico personale del defunto senatore Harry Reid che fu responsabile della creazione dell'AATIP, si era aggiudicata un contratto da 10 milioni di dollari per il primo anno di ricerca per il programma.

Questo ultimo rilascio di documenti FOIA (Freedom of Information Act) arriva solo tre settimane dopo la pubblicazione di 1.500 pagine su presunti incontri UFO.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 204 volta/e Ultima modifica Venerdì, 22 Aprile 2022 06:22

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore e l'image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento:4 luglio 2022

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 5 luglio ...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 1 luglio. Statistiche sull...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora