Scritto: Venerdì, 07 Dicembre 2018 17:46 Ultima modifica: Venerdì, 18 Settembre 2020 15:13

OSIRIS REx operations


(aggiornato il 18/9/20). Le manovre della sonda americana intorno a Bennu. 

Rate this item
(0 votes)
Rappresentazione "artistica" di OSIRIS-REx in orbita attorno a Bennu Rappresentazione "artistica" di OSIRIS-REx in orbita attorno a Bennu Credit: NASA/Goddard/University of Arizona - Processing: Marco Di Lorenzo

 Mancano ormai solo 32 giorni al primo tentativo di raccolta di campioni da Bennu. L'ultimo "mission Report", pubblicato 10 giorni fa in occasione del quarto anniversario dell'arrivo di OSIRIS-REx a destinazione, racconta che la sonda rimane in uno stato di ibernazione mentre orbita a circa 900 metri dalla superficie dell'asteroide. 

La raccolta di campioni vera e propria è ora prevista ora il 20 Ottobre.

Timeline updated4 

Credit: NASA/Goddard/University of Arizona - Improvement/Update by Marco Di Lorenzo

 Lo scorso 20 Giugno, OSIRIS-REx ha momentaneamente abbandonato l'orbita attorno a Bennu, orbita che era a circa 1 km dall'asteroide con periodo di rivoluzione di circa 36 ore. Questa "orbit departure maneuver", che ha portato la sonda a una decina di km dal NEO, servirà ad effettuare una serie di manovre di manutenzione sul veicolo, in vista della prossima manovra "Matchpoint Rehearsal" dell'11 Agosto, l'ultima prova generale prima della effettiva discesa su Nightingale. 

 Il 26 Maggio, Osiris-Rex ha sorvolato anche il sito secondario di campionamento, Osprey, ad una altezza di 250 metri. La manovra, analoga a quella effettuata sul sito principale Nightingale lo scorso Marzo, è durata 5 ore e si è resa necessaria perché durante il sorvolo precedente il laser-altimetro a bassa potenza non aveva funzionato a dovere e quindi le immagini raccolte erano leggermente sfocate; tali immagini sono essenziali per catalogare le caratteristiche superficiali, utilizzate dal sistema di "Natural Feature Tracking" (NFT) per la navigazione autonoma. Conclusa la manovra, la sonda è tornata nella sua orbita a 1 km dall'asteroide, invertendo nuovamente il verso di rivoluzione.

 Lo scorso 14 Aprile, la sonda aveva effettuato l'importante manovra Checkpoint rehearsal, prova generale di discesa su Nightingale, in vista del prelievo che ora è stato posticipato al 20 Ottobre.

 https://www.asteroidmission.org/

Altre informazioni su questo articolo

Read 1735 times Ultima modifica Venerdì, 18 Settembre 2020 15:13
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

 Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

Dove si trovano le tre sonde lanciate a Luglio e d...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 20 Settembre [Last upd...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 20 Settembre [Last upd...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 19/9 - Sol 645] - Meteoro...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 18/9/20). Le manovre della sonda am...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista