Scritto: Sabato, 29 Agosto 2020 08:07

I problemi delle mega-costellazioni satellitari


L’evoluzione tecnologica che minaccia l’astronomia: il cielo potrebbe essere il prossimo patrimonio dell’umanità perso in nome del progresso?

Rate this item
(0 votes)
I problemi delle mega-costellazioni satellitari Crediti: Cliff Johnson, Clara Martínez-Vázquez, DELVE Survey

Vi siete mai chiesti come è cambiata la percezione del cielo notturno dalla preistoria ad oggi? Non ci si deve meravigliare se le stelle, i pianeti e i fenomeni astronomici hanno assunto significati religiosi e magici nel lontano passato perché la volta celeste per i nostri antenati deve essere stata meravigliosa, quando il buio era davvero scuro. Purtroppo, oggi è difficile sperimentare quelle sensazioni perché anche gli astri più brillanti si perdono immersi nella luce emessa dalle città, che rischiara le notti raggiungendo i luoghi più sperduti della Terra. Per alcuni, la vista suggestiva della Via Lattea che si estende attraverso il cielo notturno è un ricordo d’infanzia: molti giovani, forse, non l’hanno neppure mai vista.

Questa alterazione dei livelli dell’illuminazione naturale è chiamata inquinamento luminoso. Il bagliore prodotto dall'urbanizzazione non solo avvolge i centri abitati ma si estende lontano, per diffusione, a causa dell’umidità e dell’aerosol presenti nell'aria, creando un effetto noto come skyglow. Tale cambiamento ambientale influenza l’osservazione del cielo notturno, la fauna ed i cicli di questo pianeta con effetti, probabilmente, ancora non pienamente compresi.

Chi fa astronomia amatoriale combatte le proprie battaglie con il lampione davanti casa o con l’insegna troppo luminosa; magari, è costretto a caricare l’attrezzatura in auto e a fare svariati chilometri per raggiungere la cima della montagna più vicina. Ma anche gli astronomi professionisti, nonostante dispongano di strumentazioni potenti ed avanzate, devono fare i conti con questo problema e spesso si rifugiano nei posti più remoti del pianeta per trovare il buio ed il seeing migliore.

Tuttavia, l’inquinamento luminoso non è solo di origine terrestre perché, in altra forma, proviene anche dallo spazio dove ogni notte sfrecciano satelliti ed altri oggetti artificiali di varia natura i quali, spesso, riflettono la luce del Sole tanto da essere visibili ad occhio nudo. Questa popolazione di manufatti orbitanti e brillanti potrebbe diventare sempre più rilevante nei prossimi mesi ed anni con l’avvento delle mega-costellazioni di satelliti.

La prima a destare molte preoccupazioni e polemiche è stata la famiglia Starlink di Elon Musk, il miliardario americano fondatore e CEO della SpaceX.

... continua su #OggiScienza

Altre informazioni su questo articolo

Read 80 times
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

HOT! Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione...

StatisticaMENTE

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 19/9 - Sol 645] - Meteoro...

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 18/9/20). Le manovre della sonda am...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

Dove si trovano le tre sonde lanciate a Luglio e d...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 16 Settembre [Last upd...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 16 Settembre [Last upd...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista