Contiene alcune formazioni particolari come i Pilastri della Creazione, lunghe colonne di gas oscuro originate dall'azione del vento stellare delle componenti dell'ammasso centrale. Al loro interno, giovani stelle testimoniano l'alto tasso di formazione stellare che ancora oggi continua a dare forma e vita a nuove stelle.

La Hubble Palette è una tecnica di elaborazione sviluppata dalla NASA per le immagini del telescopio spaziale Hubble.
Serve ad evidenziare i diversi elementi chimici all'interno delle nebulose. Come per la fotografia normale in banda stretta vengono combinati i tre canali abbinati agli elementi chimici: Idrogeno (H-alfa), Ossigeno (0lll) e Zolfo (Sll).
Questi sono gli elementi più abbondanti nella composizione chimica delle nebulose e in fase di elaborazione vengono montati nel seguente modo: Sll al rosso, Ha al verde e 0lll al blu.
Così si ottiene una differenziazione di colori e dettagli che evidenziano meglio gli elementi chimici.

Riprese in banda stretta, una notte per canale per un totale di circa 10 ore di fotografie Ha:Oiii:Sii.