Scritto: Martedì, 15 Settembre 2015 05:20 Ultima modifica: Martedì, 15 Settembre 2015 06:51

28 settembre: eclissi totale con superluna


Siete pronti ad assistere allo spettacolo del mese?
Tra il 27 e il 28 settembre, sveglia alle 3 di notte perché la Luna sarà protagonista del cielo: per la prima volta in oltre 30 anni, arriva una superluna con eclissi.

Rate this item
(0 votes)
28 settembre: eclissi totale con superluna Credit: NASA

Cosa succederà esattamente?

La Luna si troverà al perigeo, cioè nel punto della sua orbita più vicino alla Terra. Quando ciò accade in fase di Luna piena, si parla di "superluna", un termine impreciso da un punto di vista astronomico e tecnico ma sicuramente efficace. Fu coniato 30 anni fa dall'astrologo Richard Nolle ma solo di recente sembra essere diventato di uso popolare.

Con una definizione molto generosa, che consente di avere diverse superlune nell'arco dell'anno, Nolle l'aveva descritta come:
"... una Luna nuova o piena che si verifica quando la Luna è in prossimità (entro il 90%) del suo massimo avvicinamento alla Terra in una data orbita".

In pratica, quando il disco lunare, visto dalla Terra, è di fronte al Sole e quindi completamente illuminato e la Luna si trova in prossimità del perigeo, allora si parla di "superluna", una circostanza che fa sembrare il nostro satellite circa il 14% più grande e il 30% più luminoso.

Supermoon

La Luna al perigeo (a sinistra) e all'apogeo (a destra)
Credit: Inconstant Moon

"Dal momento in cui l'orbita della Luna non è un cerchio perfetto, a volte il satellite si avvicina di più alla Terra", ha spiegato Noah Petro, vice scienziato del progetto Lunar Reconnaissance Orbiter della NASA al Goddard Space Flight Center di Greenbelt, Maryland. "Quando è più lontana si chiama apogeo e quando è più vicina perigeo. Il 27 settembre avremo una Luna piena al perigeo, la luna piena più vicina dell'anno",

In base alla definizione di Nolle, per essere una superluna, il nostro satellite deve trovarsi entro i 361.836 chilometri dal nostro pianeta, dove tale valore deve essere inteso come la distanza tra i centri dei due corpi. Nel 2015 questa circostanza si verificherà in tutto sei volte: è avvenuta il 20 gennaio (luna nuova), il 18 febbraio, il 20 marzo e il 29 agosto (superluna) e accadrà nuovamente il 28 settembre all 2:50 UTC e il 27 ottobre.

"Non c'è differenza fisica nella Luna", ha specificato Petro, "sembra solo leggermente più grande in cielo".

Ma il 28 settembre si verificherà in concomitanza ad un'eclissi totale che renderà la notte ancora più spettacolare: per più di un'ora, l'ombra della Terra inghiottirà la Luna. L'evento sarà visibile dall'Italia.

"Si tratta solo di dinamiche planetarie", ha aggiunto Petro.

Questa eclissi fa parte di un ciclo, una "tetrade" iniziata il 15 aprile 2014, formato da quattro rare eclissi totali di Luna, senza alcuna eclissi parziale o penombrale tra l'una e l'altra.

Anche se le eclissi lunari non sono così rare, l'ultima con superluna risale al 1982 e la prossima si verificherà nel 2033 (forse questo 28 settembre vale la pena mettere la sveglia!).

A differenza delle eclissi di Sole, quelle di Luna sono piuttosto lunghe: questa durerà un'ora e 12 minuti (inizierà alle 2:11 UTC e terminerà alle ore 7.23 UTC) e sarà visibile dal Nord e dal Sud America, dall'Europa, dall'Africa e parte dell'Asia occidentale e del Pacifico Orientale.

Settembre sarà proprio il mese della Luna: sabato 19 verrà festeggiata a livello mondiale.
Si tratta di un'iniziativa promossa da diversi enti di ricerca ed associazioni, tra cui la NASA, l'Astronomical Society of the Pacific & the NASA Night Sky Network, l'EU-Universe Awareness, il Lunar and Planetary Institute, la NASA Lunar Science Institute e, in Italia, dall’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) in collaborazione con l’UAI (Unione Astrofili Italiani). Qui la mappa degli eventi.

Altre informazioni su questo articolo

Read 3354 times Ultima modifica Martedì, 15 Settembre 2015 06:51
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

 Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

Dove si trovano le tre sonde lanciate a Luglio e d...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 20 Settembre [Last upd...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 20 Settembre [Last upd...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 19/9 - Sol 645] - Meteoro...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 18/9/20). Le manovre della sonda am...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista