Venerdì, 18 Gennaio 2013 05:46

La superficie di Titano, un mondo in movimento

Titano, la grande luna di Saturno, è sicuramente uno dei posti più intriganti finora visitati dalle nostre sonde.

Unico corpo del Sistema Solare, oltre alla Terra ad avere un liquido stabile in superficie, ci ha abituato ad un paesaggio estremamente dinamico: cambi stagionali; sistemi nuvolosi nella sua densa atmosfera; ciclo del metano e dell'etano; una superficie caratteristica, solcata da fiumi, laghi e mari.

Mentre le altre lune di Saturno mostrano una crosta antica e butterata, Titano in realtà sembrerebbe più giovane di quanto non lo sia perchè i suoi crateri vengono continuamente riempiti e cancellati.

Published in Cassini
Giovedì, 17 Gennaio 2013 21:34

Quando la Huygens incontrò Titano

Otto anni fa, il 14 gennaio 2005, il lander Huygens, dopo essersi staccato dalla sonda madre Cassini, iniziò la sua discesa verso Titano, dove rimbalzò e scivolò traballante, fermandosi dopo 10 secondi.

Una bellissima animazione dell'atterraggio è stata realizzata dall'Agenzia Spaziale Europea ESA in occasione dell'anniversario del primo contatto con la superficie della grande luna di Saturno.

Published in Cassini

Titano fa continuamente parlare di sé e diventa sempre di più un mondo alieno simile alla nostra Terra: grazie ai dati inviati dalla sonda della NASA Cassini, gli scienziati del team ritengono che i laghi della grande luna di Saturno possano essere ricoperti da blocchi di ghiaccio di idrocarburi.

La presenza di aree ghiacciate potrebbe infatti spiegare le letture miste della riflettività delle superfici dei laghi registrate dalla sonda.

Published in Cassini

Un’incredibile somiglianza sembra legare i paesaggi terrestri a quelli di Titano, la grande luna di Saturno: dalle foto scattate dalla sonda della NASA Cassini, non è la prima volta che gli scienziati individuano forme e topografie che ricordano la nostra Terra.

Published in Cassini

Titano, la grande luna di Saturno, continua a far parlare di sé: dall'evento al polo sud, alla forma insolita, alla morbida superficie, fino agli 'hot cross bun'. Ora, la sonda della Nasa Cassini ha rilevato un'altra interessante caratteristica: la densa foschia di Titano emana luce anche quando la zona in ombra, non è direttamente colpita dal riflesso luminoso di Saturno.

Published in Cassini

Le immagini radar della sonda Cassini hanno rilevato alcune nuove curiose forme sulla superficie della grande luna di Saturno, Titano. I risultati sono stati presentati ieri in occasione della conferenza Division of Planetary Sciences della American Astronomical Society a Reno, Nevada.

Published in Cassini
Martedì, 16 Ottobre 2012 21:42

Tanti auguri Cassini: lunga vita e prosperità

Da sempre appassionata di spazio ed astronomia, la missione Cassini è stata la prima di cui mi sono occupata attivamente da quando ho iniziato ad analizzare ed elaborare le immagini ufficiali rilasciate dalle Agenzie Spaziali Internazionali.

Nonostante le bellissime foto trasmesse da altre missioni, quelle dello spazio intorno a Saturno mi hanno sempre affascinata. Colori, atmosfera, geometrie, ritmo, ogni foto una scenografia perfetta.

Published in Cassini

Il lander Huygens dell'Agenzia Spaziale Esa, lanciato con la missione congiunta NASA/ESA/ASI il 15 ottobre 1997, raggiunse Titano, la grande luna di Saturno a bordo dell'orbiter Cassini; discese verso la superficie dove rimbalzò e scivolò traballante, fermandosi dopo 10 secondi. Era il 14 gennaio 2005.

Da una nuova analisi dei dati ottenuti durante l'atterraggio, emerge che la superficie di Titano è più complessa di quanto si pensasse.

Published in Cassini

In generale, tutti i corpi celesti non risultano perfettamente sferici ma sono un po' schiacciati a causa della loro rotazione.

Tuttavia, Titano, la grande luna di Saturno, risulta più piatta di quanto dovrebbe essere e la sua forma ricorda una grande pizza tonda.

Published in Cassini

Lo scorso 26 settembre la sonda della NASA Cassini ha iniziato un sorvolo su Titano, la grande luna di Saturno, per l'ottantaseiesima volta (flyby T-86). Il passaggio ravvicinato è stato fondamentale per lo spettrometro INMS.
Gli strumenti della Cassini hanno avuto un'ottima opportunità per tracciare un profilo della ionosfera.

 

Published in Cassini

Seguici!

Newsletter

Please enable the javascript to submit this form

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 13 giugno.

Log: Missioni e Detriti

  • Rilevazione di Onde Gravitazionali
    Rilevazione di Onde Gravitazionali

    Stato della rivelazione di probabili Onde Gravitazionali da parte di Virgo e Ligo (aggiornato al 15 Giugno)

  • Tiangong-2 orbit
    Tiangong-2 orbit

    Evoluzione dell'orbita della seconda stazione spaziale cinese. Aggiornamento del 13/6 [Last update: 06/13]

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 13/6 [Last update: 06/13]

  • Hayabusa 2 operations
    Hayabusa 2 operations

    Le manovre della sonda giapponese intorno a Ryugu (aggiornato il 14/6/19).

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubbe Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 13/6 [Last update: 06/13].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 13/6 - Sol 192]

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 15/6/19).

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 10 Giugno [updated on June,10]

HOT NEWS