Il grafico è tratto dalla rubrica dedicata che viene aggiornata quasi in tempo reale; esso mostra gli eventi della nuova campagna osservativa O4b, iniziata il 10 aprile; i pallini e la scala a sinistra si riferiscono alla significatività statistica dei segnali mentre la curva blu con scala a destra al tasso settimanale. La regione in grigio rappresenta il periodo di "commissioning" tra O4a e O4b, durato 12 settimane, ed è mostrata anche una tabella con ulteriori informazioni sui segnali finora osservati.

S240422ed

 Il segnale, come mostrato nei diagrammi qui sopra, è stato ben localizzato sia sulla volta celeste (a sinistra) che nello spazio tridimensionale (a destra), grazie alla "triangolazione" ottenuta con le tre antenne e grazie alla sua intensità notevole, che potrebbe essere il risultato di una fluttuazione del rumore solo in un caso ogni 102000 anni! La sorgente era quasi certamente una fusione ibrida, a circa 600 milioni di anni luce da noi. Questo era il terzo segnale realmente significativo della campagna O4b, se ignoriamo quello osservato solo dalle antenne LIGO 4 giorni prima dell'inizio ufficiale delle osservazioni e un altro poco significativo e di probabile origine terrestre, apparso l'altro ieri.