Il diagramma riporta con dei pallini i 47 "super-eventi" non ritrattati, ritenuti significativi e di probabile origine extraterrestre, in funzione della data di rilevamento. L'altezza di ciascun pallino indica la significatività statistica dell'evento, espressa con l'inverso del parametro FAR (False Alarm Rate, tasso atteso perchè un segnale analogo a quello osservato si presenti come frutto del semplice rumore casuale nei rivelatori). La corrispondente scala logaritmica è a sinistra, mentre sulla destra c'è la scala (lineare) relativa alla linea spezzata blu sul tasso di rilevazione settimanale, sempre in riferimento ai soli eventi significativi. Questi ultimi risultano 55 se si consulta la lista ufficiale che include anche alcuni eventi con un FAR leggermente inferiore a 1 evento all'anno, dunque al di sotto della soglia qui fissata.

 Come si vede, la maggior parte degli eventi sono in basso (FAR>1 evento/secolo) ma ci sono stati anche due segnali estremamente significativi, il 14 agosto e il 22 settembre. Nella stragrande maggioranza dei casi, l'origine era quasi certamente la fusione tra due buchi neri ma ci sono stati almeno 3 casi in cui era probabilmente coinvolta una stella di neutroni. Tutti questi segnali sono stati rilevati dalle sole antenne americane, mentre le due antenne Virgo (a Cascina) e Kagra (in Giappone) sono attualmente ancora in fase di manutenzione (commissioning) e dovrebbero unirsi alla campagna O4 entro il primo trimestre del 2024, sulla base di un recente annuncio.

 Ulteriori dettagli aggiornati e statistiche sono reperibili nella nostra pagina dedicata.