Le due immagini, originariamente in bianco e nero, sono state riprese lo scorso 8 aprile in direzione Nord e si tratta, in realtà, della combinazione cromatica di due mosaici grandangolari della Navigation Camera, uno scattato alle 9:20, l'altro alle 15:40 (ovviamente ora locale marziana). I due panorami sono stati combinati attribuendo un colore azzurrino alla versione mattutina e giallognolo a quella pomeridiana, con il risultato suggestivo che vediamo. Rispetto alla versione originale pubblicata dalla NASA, qui la dominante globale è stata corretta per riportarla dall'azzurro a una tonalità più marziana e quindi realistica...

 In primo piano, in basso a destra, ammiriamo una parte dell'hardware del rover, in particolare l'antenna cilindrica a basso guadagno, il generatore a radio-isotopi circondato da alette per lo smaltimento del calore e, all'estrema destra, l'antenna piatta ad alto guadagno. Al centro si notano chiaramente le tracce lasciate dalle ruote malandate sulla polvere della vallata "Marker Band" mentre, a distanza maggiore, si stagliano le tre collinette denominate "Amapà", "Bolivar" e "Deepdate"; tra le ultime due, il valico di "Paraitepuy". Infine, in lontananza, vediamo la pianura e il bordo del cratere "Gale" in cui si è svolta l'intera avventura di Curiosity in quasi 11 anni di esplorazione!

 Per tutte le statistiche e i percorsi aggiornati, si ricorda ai lettori di visitare frequentemente il Mission Log dedicato!