La mattina del 15 febbraio 2013, nella regione a sud degli Ural  in Russia, un oggetto di circa 15 metri di diametro e una massa di 10 000 tonnellate ha colpito l'atmosfera alla velocità di 54 000 km/h (circa 44 volte la velocità del suono), frantumandosi sopra la città di Čeljabinsk e causando almeno un migliaio di feriti a causa della violenta onda d'urto. Una parte dei frammenti è finita nel lago Čebarkul, il più grande dei quali pesa circa 570 kg..