Qui proponiamo alcuni spettacolari fotogrammi dei video registrati da diverse località, tra cui Kuching (sequenza in alto). Secondo quanto comunicato dalla stessa agenzia spaziale cinese CNSA, il rientro è avvenuto alle coordinare 119,0°E, 9,1°N, nella zona di Oceano Pacifico conosciuta come Mare di Sulu e che si trova nelle vicinanze delle coste orientali delle Filippine; la maggior parte dei frammenti si è disintegrata senza raggiungere il suolo, come previsto, ma rimane la preoccupazione per quello che sarebbe potuto succedere e che potrà succedere con i rientri incontrollati futuri di questo enorme vettore lungo 30 metri, che la Cina sta utilizzando per costruire la stazione spaziale Tiangong.

 AliveUniverse, con un articolo "live", nei giorni scorsi ha seguito in tempo reale il decadimento orbitale e l'evolversi delle previsioni, fino al rientro.