Si tratta di una immagine a lunga esposizione (5 pose da 30 secondi) con obiettivo grandangolare. In essa, la scia luminosa dei motori si interrompe al momento del loro spegnimento (MECO), con lo sviluppo di uno sbuffo chiamato "jellyfish".. Il primo stadio ha poi effettuato un atterraggio perfetto sulla piattaforma-drone "A Shortfall of Gravitas" mentre il veicolo automatico ha attraccato la ISS a circa 36 ore dal lancio, come raccontato da Massimo Martini. Si è trattato del 164° lancio e del 124° atterraggio con successo per l'inarrestabile lanciatore di SpaceX!