Scritto: Venerdì, 18 Febbraio 2022 06:14 Ultima modifica: Mercoledì, 23 Febbraio 2022 08:39

406 metri in un Sol giorno!


L'orizzonte verso NordEst ripreso due giorni fa da Perseverance, nei giorni in cui il rover ha stabilito nuovi, incredibili record di percorrenza e sta per festeggiare il primo anno su Marte. Aggiornamento/correzione

Rate this item
(3 votes)
Right Z-cam, Sol 353; mosaico di 3 immagini. In lontananza, il rilievo "Santa Cruz" a circa 3 km di distanza dal rover
Right Z-cam, Sol 353; mosaico di 3 immagini. In lontananza, il rilievo "Santa Cruz" a circa 3 km di distanza dal rover
Credit: NASA/JPL/Caltech/ASU - Assembly/Processing: Marco Di Lorenzo

 Nelle ultime 2 settimane, Perseverance ha percorso gran parte del tragitto di ritorno previsto intorno al bacino Séitah (si veda la linea azzurra nella mappa sottostante, tratta dal Mission Log aggiornato). Nel farlo, effettuando ben 5 spostamenti record, tutti ben al di sopra del record di percorrenza di 170 metri, stabilito 4 mesi fa. Volendo dare credito ai valori ufficiali delle percorrenze giornaliere (non confermati però da quelli di odometria totale), nel Sol 351 (14 febbraio), c'è stato un mega-drive di quasi 314 metri, che diventano ben 406 metri se sommiamo un altro drive di 92 metri fatto nello stesso giorno; in effetti, la presenza di due diversi spostamenti nello stesso giorno, osservata anche nel Sol 343, non si era mai verificata in precedenza e fa sospettare che i dati possano essere rivisti a breve. In ogni caso, dovrebbe essere certa la percorrenza record di circa 240 metri effettuata in due Sol consecutivi (340 e 341). Adesso il rover dista solo 500 m dal sito di atterraggio, dove si era posato un anno fa, il 18 febbraio.

 Persy ha così ampiamente superato i primati di percorrenza giornaliera stabiliti da tutti i precedenti rover marziani, un risultato da attribuire al nuovo software di navigazione autonoma installato sul rover e anche al fatto che si è mosso su un terreno già noto, peraltro con il prezioso supporto del drone Ingenuity, che lo ha preceduto e che lo aspetta a terra, un centinaio di metri più a Nord.

Aggiornamento del 23 febbraio. I dati "GEOJson" riportati sul sito ufficiale, sul quale erano basate le cifre qui sopra, sono stati rivisti e adesso non contengono più drive multipli giornalieri, con una generale riduzione delle distanze. Ora il primato di distanza giornaliera risulta di "soli" 267,7 metri, in apparente contrasto con quanto riferito anche in questo comunicato stampa ufficiale!

 

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 163 volta/e Ultima modifica Mercoledì, 23 Febbraio 2022 08:39

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Gli ultimi articoli di Marco Di Lorenzo (DILO)

Altri articoli in questa categoria: « FlyBy Foto di gruppo »
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 26 novembre 2022

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

Odometria e altri dati del rover e del drone Ingen...

ISS height

ISS height

Parametri orbitali della Stazione Spaziale interna...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 16 novembre. Statistiche s...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora 

SE8606 GiornalismoScientifico RGB