La compagnia che lo ha realizzato si chiama CEREBRAS (dal latino cerebrum cioè "cervello") e, nella sua seconda versione WSE-2 uscita l'anno scorso, il chip contiene la bellezza di 2600 miliardi di transistor e 850000 cores, ovvero due ordini di grandezza al di sopra della più potente unità grafica (GPU) in commercio. Rispetto al cervello umano, c'è ancora un po' di strada da fare (il numero di sinapsi è centinaia di volte maggiore del numero di transistor e il consumo energetico è centinaia di volte più basso) ma siamo sulla buona strada!