L'immagine è stata diffusa dalla compagnia privata Capella Space in occasione del lancio di un suo satellite, avvenuto con successo domenica, alle 00:56 Italia. Un Falcon-9 utilizzato 8 volte ha infatti lanciato altri 52 satelliti Starlink, meno del solito per fare spazio al "carico pagante" (ridershare) di altri due satelliti, il Tyvak-0130 e, appunto, un nuovo Capella Synthetic Aperture Radar (SAR), il terzo messo in orbita nel 2021. Esso fa parte di una costellazione di mini-satelliti (100 kg ciascuno), dotati di un grande riflettore che si dispiega in orbita, come mostrato qui. La compagnia Capella ha dichiarato che il satellite (il terzo lanciato quest'anno) è in ottime condizioni ed attualmente in fase di commissariamento, ovvero di test prima di diventare operativo.

 Il fatto che il vettore e le altre strutture metalliche appaiano semi-trasparenti e più alte del reale è legato alla particolare tecnica radar, che sfrutta la riflessione delle micro-onde e il movimento del satellite che le emette e riceve per simulare una apertura d'antenna molto maggiore del reale, qualcosa di simile alla tecnica "bi-statica" usata dai radiotelescopi per ottenere immagini radar degli asteroidi NEO durante il loro passaggio ravvicinato con la Terra.