Scritto: Sabato, 27 Febbraio 2021 08:01 Ultima modifica: Sabato, 27 Febbraio 2021 09:50

Paracadute con messaggio


Il paracadute che ha consentito la discesa atmosferica di Perseverance recava due messaggi codificati nelle bande bianche ed arancioni...

Rate this item
(1 Vote)
A sinistra, un fotogramma che mostra la fase finale di dispiegamento del paracadute; in alto il codice nascosto nelle bande colorate. Sulla destra, il JPL di Pasadena e, in basso, la Control Room durante l'ammartaggio. A sinistra, un fotogramma che mostra la fase finale di dispiegamento del paracadute; in alto il codice nascosto nelle bande colorate. Sulla destra, il JPL di Pasadena e, in basso, la Control Room durante l'ammartaggio. Credits: NASA/JPL/Caltech/GoogleEarth - Processing: Marco Di Lorenzo

 In pratica, i colori bianco ed arancione indicano i codici binari 0 e 1 rispettivamente, ogni lettera/numero è codificata in codice ASCII con 7 bit e le parole sono disposte su 4 fasce concentriche. La fascia esterna e sottile fornisce le coordinate geografiche del Jet Propulsion Laboratory a Pasadena, nel sud della California, dove è stato costruito il rover e il progetto è gestito; tali coordinate corrispondono all'ingresso principale del villaggio che si estende per circa 40 ettari e che è mostrato dall'indicatore giallo nell'immagine in alto a destra, tratta da Google Earth. La parte interna del paracadute, invece, riporta il motto del JPL, "DARE MIGHtY THINGS", che campeggiava anche su una parete della Control Room durante la diretta dell 18 febbraio (immagine in basso a destra). Si tratta di una citazione dal discorso di Theodore Roosevelt "Strenuous Life" del 1899: "Molto meglio osare cose possenti, vincere gloriosi trionfi anche se costellati di fallimenti [...], piuttosto che ritrovarsi tra spiriti che non godono né soffrono molto, perché vivono in un grigio crepuscolo che non conosce vittoria né sconfitta ".

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 58 volta/e Ultima modifica Sabato, 27 Febbraio 2021 09:50

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Gli ultimi articoli di Marco Di Lorenzo (DILO)

Altri articoli in questa categoria: « Fuoco e fiamme di SN10 La terza ondata »

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 12 Aprile 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 11/4 - Sol 843] - Meteoro...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte (aggior...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

Aggiornato il 8/4/21. Le manovre della sonda ...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 Aprile [updated on 04/1...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 10Aprile [Last update: ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 10 Aprile [Last update...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista