Scritto: Venerdì, 25 Settembre 2020 07:13 Ultima modifica: Venerdì, 25 Settembre 2020 08:28

Un buco nero cangiante


L'ormai celebre buco nero supermassiccio di M87, il primo e per ora unico ad essere stato "fotografato", ha rivelato sottili cambiamenti da un anno all'altro.

Rate this item
(0 votes)
Configurazione delle antenne della rete VLBI di EHT e corrispondente struttura schematica del buco nero ricavata da quelle osservazioni. Configurazione delle antenne della rete VLBI di EHT e corrispondente struttura schematica del buco nero ricavata da quelle osservazioni. Credit: M. Wielgus, D. Pesce & the EHT Collaboration

 la scoperta è avvenuta analizzando i dati raccolti tra il 2009 e il 2013, quando la rete interferometrica del progetto "Event Horizon Telescope" comprendeva poche antenne ed aveva una sensibilità ed una risoluzione troppo basse per poter ricostruire una immagine vera e propria del buco nero. E' venuto fuori che quei dati, sebbene consistenti con il modello e l'immagine basati sui dati del 2017, mostrano piccole differenze nell'orientamento della posizione del massimo dell'anello luminoso attorno al buco nero, anello che, lo ricordiamo, è essenzialmente l'immagine del disco di accrescimento distorta dalla potentissima forza di gravità del buco nero al centro; variazioni più sottili erano state già notate a distanza di pochi giorni, nel 2017. Tali informazioni sono preziosissime per studiare l'evoluzione e la stabilità dinamica del disco di accrescimento e la formazione, a partire da esso, di Jet relativistici collimati. Adesso si stanno analizzando le osservazioni fatte nel 2018 utilizzando anche la nuova antenna in Groenlandia e, il prossimo anno, la rete intercontinentale di EHT dovrebbe arricchirsi di altri due radiotelescopi, uno a "Plateau de Bure" in Francia e l'altra a Kitt peak in Arizona, fornendo immagini ancora più dettagliate, si spera. Il vero salto di qualità, però, sarà possibile solo con l'invio di antenne in orbita a grande distanza dalla Terra o intorno alla Luna...

 

https://eventhorizontelescope.org/blog/wobbling-shadow-m87-black-hole

Altre informazioni su questo articolo

Read 59 times Ultima modifica Venerdì, 25 Settembre 2020 08:28
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 28 ottobre. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 28/10 - Sol 682] - Meteor...

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 26 ottobre [Last updat...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 26 ottobre [Last updat...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 21/10/20 ore 00:22). HOT! ...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista