Scritto: Mercoledì, 26 Agosto 2020 07:44 Ultima modifica: Venerdì, 28 Agosto 2020 08:46

Un telescopio gravitazionale


ALMA ha ripreso questo spettacolare "anello di Einstein" dovuto a una galassia lontana ingrandita da una lente gravitazionale

Rate this item
(0 votes)
Un telescopio gravitazionale Credit: ALMA (ESO/NAOJ/NRAO), Rizzo et al. - Processing: M. Di Lorenzo

 Il suo nome è SPT0418-47 e la sua luce ha impiegato più di 12 miliardi di anni per raggiungerci; quindi la vediamo com'era quando l'Universo aveva appena 1,4 miliardi di anni. Nonostante questo, si è dedotto che la remota galassia a disco è sorprendentemente poco caotica e "dinamicamente fredda", dunque simile alle galassie più vicine e in contrasto con le teorie che prevedono galassie turbolente e instabili nell'Universo primordiale fossero. Di seguito, una immagine (tratta da un video) illustra in modo approssimativo l'effetto di lente gravitazionale in questione. In fondo all'articolo, invece, c'è un altro video che illustra il passaggio (morphing) dall'immagine distorta a quella originale della galassia.

SPT0418 47 explained

Credits: ALMA (NRAO/ESO/NAOJ)/Luis Calçada (ESO)

 Parlando dell'immagine di apertura, in alto a sinistra c'è la mappa ripresa da Alma in corrispondenza della riga di emissione del carbonio ionizzato (CII) a 158 µm, che dal lontano infrarosso si è spostata nella regione delle micro-onde a causa dell'elevato spostamento verso il rosso (z=4,2); l'anello misura circa 2,5 secondi d'arco di diametro. La galassia che fa da lente, distante poco più di 3 miliardi di anni luce, è al centro dell'anello ma risulta invisibile a queste lunghezze d'onda. A destra vediamo l'immagine della galassia remota non distorta dalla lente, ricostruita in base a un modello numerico. In basso le stesse due viste ma con i colori che codificano lo spostamento doppler dovuto alla rotazione del disco della galassia (rosso in allontanamento, blu in avvicinamento); come si vede, l'andamento è molto regolare e indica che, nelle regioni esterne del disco, la galassia ruota a circa 200 km/s, con una dispersione in velocità bassa, pari al 10% di quella sistematica. Da questo lavoro, condotto anche da ricercatori dell'INAF, è stato possibile ricavare anche altri parametri relativi a SPT0418–47, come le varie componenti della massa (12 miliardi di masse solari per la componente stellare e 1700 miliardi di masse solari per la materia oscura) e il tasso di formazione stellare, pari a 350 masse solari all'anno.

https://www.eso.org/public/italy/news/eso2013/

https://www.eso.org/public/archives/releases/sciencepapers/eso2013/eso2013a.pdf

 

Altre informazioni su questo articolo

Read 68 times Ultima modifica Venerdì, 28 Agosto 2020 08:46
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Latest from Marco Di Lorenzo (DILO)

Media

Credits: ALMA (NRAO/ESO/NAOJ)/Martin Kornmesser (ESO)

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento:21 ottobre. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 21/10/20 ore 00:22). HOT! ...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 19/10 - Sol 674] - Meteor...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 17 Ottobre [updated on Oct,17]...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 17 ottobre [Last updat...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 17 ottobre [Last updat...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista