Print this page
Scritto: Domenica, 09 Agosto 2020 08:05 Ultima modifica: Domenica, 09 Agosto 2020 10:09

Una stella di neutroni che gioca a nascondino


Il residuo della celebre supernova 1987A ospita una stella di neutroni da essa generata e nascosta in un involucro di polvere, secondo le ultime indagini effettuate con ALMA...

Rate this item
(0 votes)
Immagine multispettrale del residuo centrale di 1987A ottenuta combinando tra loro le riprese di Alma (rosso), HST (verde) e Chandra (blu). La freccia indica la presunta posizione della stella di neutroni. Immagine multispettrale del residuo centrale di 1987A ottenuta combinando tra loro le riprese di Alma (rosso), HST (verde) e Chandra (blu). La freccia indica la presunta posizione della stella di neutroni. Credit: ALMA (ESO/NAOJ/NRAO), P. Cigan and R. Indebetouw; NRAO/AUI/NSF, B. Saxton; NASA/ESA - Processing: Marco Di Lorenzo

 Esplosa 33 anni fa nella grande Nube di Magellano, la più vicina supernova osservata dall'invenzione del telescopio appare, nella regione più interna, come una "collana di perle" luminose dovuta alla collisione e al conseguente riscaldamento di un anello di gas in espansione che collide con il mezzo interstellare riscaldandolo; questa struttura è rivelata in verde dall'immagine ripresa da Hubble e in blu nell'immagine a raggi X. Adesso, osservazioni a risoluzione molto elevata effettuate dal radiointerferometro Alma (ingrandimento in alto a sinistra) e nell'infrarosso confermano il sospetto che, quasi al centro della "collana di perle", c'è una densa nube di polvere riscaldata da una stella di neutroni, residuo del nucleo della stella che ha generato l'esplosione. Non si tratta di una pulsar radio-emittente ma la sua luminosità complessiva è svariate decine di volte quella del Sole.

https://public.nrao.edu/news/alma-finds-possible-sign-of-neutron-star-in-supernova-1987a/

Altre informazioni su questo articolo

Read 121 times Ultima modifica Domenica, 09 Agosto 2020 10:09
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.