L'accensione è avvenuta a mezzanotte tra domenica e lunedì, la conferma del buon funzionamento è arrivata 25 minuti dopo. Questa è la seconda fase di spinta, la prima era iniziata 3 settimane dopo che Hayabusa-2 aveva lasciato Ryugu, esattamente 6 mesi fa. Queste manovre sono illustrate nella figura sottostante, dove l'orbita di Ryugu non è in scala (le sue dimensioni e l'inclinazione sono state accentuate per chiarezza); in realtà Ryugu è un asteroide NEO/PHA di tipo Apollo, la cui orbita interseca la nostra.

Ion return

Image Credits: JAXA  - Improvement by Marco di Lorenzo

  In questo momento solo uno dei motori a ioni è in funzione perchè la sonda è relativamente lontana dal Sole e l'energia fornita dai pannelli solari, necessaria per il funzionamento di tali motori, è ridotta.

Source: https://twitter.com/haya2e_jaxa