Il diagramma delle magnitudini fotometriche nel visibile (quadrati verdi), blu e rosso, insieme alla magnitudine visuale mediata su 3 giorni (pallini bianchi, con le singole misure in grigio chiaro) dimostrano chiaramente che in tutte le bande la stella variabile è tornata ai valori di metà Ottobre, prima che iniziasse la caduta di luminosità di 1 magnitudine nel visibile (da+0,6 a +1,6), pari a un indebolimento del 60%; la risalita è stata più rapida della discesa (2 mesi contro 3,5) e l'affievolimento è stato leggermente più marcato nella regione rossa dello spettro e meno nel blu (1,1 magnitudini contro 0,9), il che implica un colore leggermente meno rosso durante il minimo.