I punti nel grafico rappresentano la media, nell'arco di 24 ore, delle osservazioni fatte visualmente (croci rosse) e fotometricamente (in verde e in blu nelle bande corrispondenti a questi colori); le linee indicano l'interpolazione lineare dei dati e le corrispondenti equazioni in alto a destra suggeriscono un calo di 0,007 magnitudini al giorno in tutti i valori. Già 15 giorni fa, si registrava un calo del 25% rispetto alla luminosità  "bolometrica" di 4 mesi prima e questo indicava una riduzione di ben 100K nella luminosità superficiale della supergigante rossa, ormai decisamente più debole della sua compagna Bellatrix di magnitudine 1,5. 

 Di seguito, lo stesso trend su una scala temporale più ampia, in cui si nota che c'è comunque un rallentamento nella velocità di affievolimento.

Betegeuse 200204w

https://www.aavso.org/LCGv2/

http://www.astronomerstelegram.org/?read=13410