Scritto: Giovedì, 07 Novembre 2019 07:10 Ultima modifica: Giovedì, 07 Novembre 2019 07:28

La prima onda (ritardata)


Ieri è stato reso noto (in ritardo) l'arrivo della prima onda gravitazionale da quando sono ripartite le osservazioni O3, il 1 Novembre.

Rate this item
(0 votes)
La prima onda (ritardata) Credits: GraceDB/LIGO/Virgo - Laser Labs

 Il segnale in realtà è arrivato nel primo pomeriggio di Martedi ma, stranamente, l'annuncio è stato fatto ieri nel tardo pomeriggio, con 27 ore di ritardo. Inizialmente, la sua probabile origine era apparsa terrestre ma, in seguito, è stata attribuita quasi certamente alla fusione di due buchi neri; non ci sono controparti elettromagnetiche.

 Le figure in alto si riferiscono alla localizzazione della sorgente sulla volta celeste e nello spazio tridimensionale, a circa 3,5 miliardi di anni luce da noi. In basso, invece, una schermata relativa a una nuova App che chiunque può installare per ricevere gli "alert" sulle onde gravitazionali in tempo reale sul proprio dispositivo; la trovate ai seguenti link:

iOS: apps.apple.com/app/chirp-gravi … ave-app/id1484328193 ; Android: play.google.com/store/apps/det … =org.laserlabs.chirp

Altre informazioni su questo articolo

Read 121 times Ultima modifica Giovedì, 07 Novembre 2019 07:28
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Latest from Marco Di Lorenzo (DILO)

More in this category: « Esplorando il buco Inarrestabile! »

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 26 Gennaio 

Log: Missioni e Detriti

  • Rilevazione di Onde Gravitazionali
    Rilevazione di Onde Gravitazionali

    Stato della rivelazione di probabili Onde Gravitazionali da parte di Virgo e Ligo (aggiornato al 25 gennaio)

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 23 gennaio [Last update: jan,23]

  • Hayabusa 2 operations
    Hayabusa 2 operations

    Le manovre della sonda giapponese intorno a Ryugu (aggiornato il 9/12/19).

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 23 gennaio [Last update: 23/01].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 24/1/20 - Sol 411

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 12/1/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 25 Gennaio [updated on Jan,25]

HOT NEWS