Update: Solo 7 ore dopo questo segnale, ne è arrivato un altro probabilmente prodotto dalla fusione di due stelle di neutroni (anche se l'origine terrestre non si può escludere). Dato che l'antenna di Hanford era stata spenta poco prima, solo Livingston l'ha rilevata; è la prima volta che un segnale viene visto con un solo rivelatore e, naturalmente, l'incertezza sulla direzione d'arrivo è massima (circa mezza volta celeste).

 Il segnale è stato rilevato dalle antenne LIGO ma non da Virgo e, sebbene l'incertezza sulla direzione sia ampia, sembra provenire dalla distanza di 2 miliardi di anni luce e da una regione di cielo non molto distante dal "doppio segnale" osservato il 28 agosto; purtroppo, per l'ennesima volta, non è stata osservata alcuna controparte elettromagnetica. Peraltro, la settimana che si è conclusa domenica scorsa si era aperta con un altro segnale ed è stata particolarmente positiva, l'unica in cui si è sempre avuto almeno uno strumento in funzione (ci si era andati molto vicino 3 settimane prima, quando le tre antenne sono state contemporaneamente spente per solo mezz'ora). Purtroppo, tra 3 settimane le antenne LIGO verranno fermate per l'intero mese di Ottobre, per un aggiornamento hardware che servirà principalmente ad allinearne le prestazioni; si ricomincerà ad osservare il 1 Novembre.

Per ulteriori dettagli, vedere la rubrica dedicata.