Chiamata "Orbital-B", questa nuova fase ha battuto il record precedente, sempre ad opera di OSIRIS-REx, quando a gennaio orbitò a una distanza quasi doppia (fase "Orbital A"); questa nuova altezza consentirà di raccogliere immagini e altre informazioni su Bennu con una risoluzione inedita, necessaria per il futuro "touchdown"; a metà agosto, la sonda si tornerà su un'orbita più ampia, paragonabile alla prima (fase "Orbital C"). Curiosamente, la manovra che ha portato la sonda americana nella nuova orbita è avvenuta proprio mentre la sua controparte giapponese (Hayabusa-2) iniziava la sua discesa verso Ryugu, di cui abbiamo parlato ieri...

 Rispetto alla grafica originale, qui si è utilizzata una immagine reale dell'asteroide e si è cercato di rispettare le proporzioni tra l'asteroide e le orbite (circolari); ovviamente, le dimensioni della sonda non solo in scala!

https://www.asteroidmission.org/?latest-news=nasas-osiris-rex-mission-breaks-another-orbit-record