Qui vediamo, a titolo di esempio, l'evoluzione nella quota orbitale di quattro esemplari scelti da me a caso. I dati, estratti dal portale Celestrak, mostrano come, in una dozzina di giorni, la spinta continua dei motori al Kripton abbia permesso di guadagnare circa 60 km di quota, spostandosi dall'altezza iniziale di circa 440km verso quella operativa di 550 km; l'inclinazione dell'orbita, qui non mostrata, risulta vicina a 53,0° in tutti i casi e l'eccentricità è generalmente contenuta (<0,00035); tuttavia, c'è un gruppo di un decina di satelliti (che non include quelli qui mostrati) con eccentricità più alta (almeno 0,0006) e metà di essi ha anche una quota media decisamente bassa (sotto i 470), segno forse che qualcosa è andato storto nella manovra di trasferimento. Ne riparleremo presto, quando ci saranno ulteriori dati disponibili e magari anche comunicazioni ufficiali al riguardo!

https://aliveuniverse.today/flash-news/spazio-astronomia/3973-starlink-co-la-moltitudine-di-satelliti-che-verra