Non era mai successo di osservare due onde così ravvicinate, meno di 5 ore l'una dall'altra; se gran parte di essi verranno confermati, il numero totale di eventi è perlomeno raddoppiato rispetto agli 11 osservati nei primi due cicli osservativi, tra il 2015 e il 2017. Circa l'85% di essi appare prodotto dalla fusione tra due buchi neri e il restante da stelle di neutroni (con la possibilità di un evento prodotto dal merging "misto" di entrambi i corpi). Peraltro, come si vede chiaramente nel grafico, negli ultimi 30 giorni si è avuto un deciso aumento della frequenza di eventi (in media uno ogni 2,7 giorni), anche se si tratta di segnali non molto forti come suggerito dal valore basso del FAR-1, che rappresenta la frequenza di "falsi negativi" dovuti a semplici fluttuazioni del rumore. Di seguito, la lista aggiornata degli eventi (per una descrizione delle colonne si rimanda all'articolo di qualche giorno fa). Da notare che il primo evento di ieri è il più remoto mai osservato, con una distanza dell'ordine di 12,8 miliardi di anni luce (originatosi dunque solo 1 miliardo di anni dopo il Big Bang!).

Lista 0522

Data Source: Ligo-Virgo collaboration/GraceDB - Processing: Marco Di Lorenzo