Print this page
Scritto: Martedì, 11 Dicembre 2018 16:42 Ultima modifica: Mercoledì, 12 Dicembre 2018 06:50

Galileo dimostra Einstein


E' un titolo apparentemente antistorico ma si riferisce in realtà al sistema di posizionamento satellitare europeo che ha verificato le previsioni della relativià generale con una precisione inedita.

Rate this item
(0 votes)
Galileo dimostra Einstein Source: "Gravitational Redshift Test Using Eccentric Galileo Satellites", P. Delva et al., Physical Review Letters - Processing: Marco Di Lorenzo

 Due satelliti del sistema Galileo, lanciati nel 2014, vennero posti su orbite sbagliate e allungate, con periodo di 13 ore. E' stata proprio l'eccentricità orbitale a consentire una spettacolare verifica delle previsioni sul "red shift relativistico", legato al diverso scorrere del tempo a quote diverse. Nel grafico in alto si riportano le previsioni della relatività generale in blu, mentre in rosso ci sono i dati sperimentali basati sugli impulsi prodotti dagli orologi atomici a bordo dei satelliti. La differenza è impercettibile e viene quindi fortemente ingrandita nel grafico in basso, dove i "residui" o scarti temporali non superano in genere i 0,2 miliardesimi di secondo nell'arco di 3 giorni. Questo corrisponde a una verifica delle previsioni di Einstein con una precisione di (0.19±2.48) parti su centomila, migliorando di un fattore 5,6 la stima migliore realizzata con il razzo "Gravity Probe A" nel lontano 1976.

http://www.esa.int/Our_Activities/Navigation/Galileo_satellites_prove_Einstein_s_Relativity_Theory_to_highest_accuracy_yet

https://journals.aps.org/prl/abstract/10.1103/PhysRevLett.121.231101

 

Letto: 427 volta/e Ultima modifica Mercoledì, 12 Dicembre 2018 06:50

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.