Scritto: Lunedì, 26 Febbraio 2018 18:23 Ultima modifica: Martedì, 27 Febbraio 2018 18:11

Distribuzioni in divenire


L'istogramma qui sopra mostra, per quattro diverse epoche, la distribuzione degli asteroidi NEO conosciuti in funzione della magnitudine assoluta H e quindi delle dimensioni indicative (riportate in alto).

Rate this item
(0 votes)
Distribuzioni in divenire data Source: NASA/JPL/SSD/cneos - Processing: M. Di Lorenzo

 Il diagramma, basato su un campione di oltre 16400 oggetti riportati sul sito CNEOS, è aggiornato ad Agosto 2017 e mostra che i NEO hanno una distribuzione "multinomiale", con due picchi che si intuivano già nel 2005 e che, successivamente, sono diventati sempre più evidenti (centrati su H=20 e 24) e un terzo probabile picco intorno a H=26; in realtà, nella popolazione completa, non si tratta di veri e propri massimi perchè l'andamento è presumibilmente sempre crescente (semmai sono solo zone in cui la curva ha una pendenza inferiore). Dalla saturazione temporale delle curve si desume che, ad oggi, il catalogo è presumibilmente completo solo fino alla magnitudine 17 (oltre un paio di km di diametro) mentre sugli oggetti PHA (18<H<22, intorno al primo picco nella distribuzione) c'è ancora molto lavoro da fare e ci vorrà almeno una decina d'anni per catalogarne la maggior parte. Rimangono poi gli oggetti con 22<H<26, più frequenti e abbastanza grandi da fare comunque vittime, raggiungendo direttamente il suolo o provocando comunque un'onda d'urto atmosferica più violenta del bolide di Chelyabinsk, che causò oltre 1000 feriti. In questi casi, l'unica soluzione percorribile (ma finora non praticata) in tempi ragionevoli è quella di allestire un sistema di primo allarme con un preavviso di almeno 24 ore, in modo da avvertire/evacuare le popolazioni interessate. Si vedano al riguardo i due articoli linkati qui sotto:

https://aliveuniverse.today/flash-news/spazio-astronomia/3092-che-succede-alla-ricerca-di-asteroidi-pericolosi

https://aliveuniverse.today/rubriche/appunti-di-vista/1871-idee-per-un-sistema-di-allarme-anti-asteroide

 

 

Letto: 909 volta/e Ultima modifica Martedì, 27 Febbraio 2018 18:11
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Gli ultimi articoli di Marco Di Lorenzo (DILO)

Altri articoli in questa categoria: « Due piccioni... Pierazzo che cratere! »

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 21 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi...

StatisticaMENTE

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 22 gennaio [updated on Jan,22]...

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 20 Gennaio [Last ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 20 gennaio [Last updat...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 19/1/21 - Sol 762] - Mete...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista