Print this page
Scritto: Venerdì, 01 Settembre 2017 07:17 Ultima modifica: Venerdì, 01 Settembre 2017 16:55

Il grande approccio


Tra poche ore ci sarà lo storico incontro ravvicinato tra l'asteroide 3122 Florence (1981 ET3) e la Terra. Qui vediamo l'andamento temporale della sua distanza dal centro della Terra.

Rate this item
(0 votes)
andamento della distanza geocentrica (in unità astronomiche) in funzione del tempo (in minuti dopo le 11 UT) andamento della distanza geocentrica (in unità astronomiche) in funzione del tempo (in minuti dopo le 11 UT) Marco di Lorenzo - source data: https://ssd.jpl.nasa.gov

 La curva è ben interpolata da una parabola (come ci si aspetta e come è confermato, in alto, dal coefficiente di correlazione R praticamente uguale a 1). Dall'equazione di questa parabola (anch'essa riportata in alto) si deduce che il massimo avvicinamento avverrà alle 14:05:08 (ora italiana) a una distanza di 0.04723846657 unità astronomiche (pari a 7066774,01 km).

 Sono in corso osservazioni da tutto il mondo, sia ottiche (l'oggetto è visibile anche con piccoli strumenti essendo di magnitudine 8.7) sia tramite i radar di Goldstone e Arecibo; da queste ultime si otterranno immagini estremamente dettagliate (10 m) di questo oggetto grande quasi 5 km. Non sono previsti incontri altrettanto ravvicinati con questo NEO per i prossimi 5 secoli almeno!

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 552 volta/e Ultima modifica Venerdì, 01 Settembre 2017 16:55

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Gli ultimi articoli di Marco Di Lorenzo (DILO)