Scritto: Venerdì, 18 Marzo 2016 07:17 Ultima modifica: Venerdì, 18 Marzo 2016 16:11

2016 DV1 che ruota


Lo scorso 3 Marzo, l'antenna da 100m di Goldstone ha osservato il piccolo oggetto 2016 DV1, di cui qui sotto vediamo una sequenza di immagini (l'animazione corrispondente è qui sotto)

Rate this item
(0 votes)
Sequenza completa delle osservazioni effettuate da Goldstone che abbraccia poco più di una rotazione completa; in verticale è riportato il ritardo temporale (legato alla distanza da Terra, che si trova in alto) mentre in orizzontale è riportato lo spostamento doppler, dovuto alla rotazione dell'oggetto e legato alla coordinata trasversale. La risoluzione è 3.75 m x 3.33 Hz. Rispetto all'originale, le immagini sono state in parte equalizzate in luminosità, riallineate e "de-pixellizzate" Sequenza completa delle osservazioni effettuate da Goldstone che abbraccia poco più di una rotazione completa; in verticale è riportato il ritardo temporale (legato alla distanza da Terra, che si trova in alto) mentre in orizzontale è riportato lo spostamento doppler, dovuto alla rotazione dell'oggetto e legato alla coordinata trasversale. La risoluzione è 3.75 m x 3.33 Hz. Rispetto all'originale, le immagini sono state in parte equalizzate in luminosità, riallineate e "de-pixellizzate" Credit: NASA/JPL - Processing: M. Di Lorenzo (DILO)

2016DV1 anim copy

Il segnale radar è stato lanciato dall'antenna NASA "Deep Space Network" DSS-13 di 34m e, dopo essere rimbalzato sull'oggetto, è stato ricevuto da Goldstone. Come si vede, 2016 DV1 ha una forma decisamente allungata e appuntita, con varie protuberanze (in effetti, ricorda vagamente l'astronave di Obi Wan Kenobi in Star Wars!); le dimensioni sono dell'ordine di 15x45m mentre il periodo di rotazione è risultato di 304±8 s, in accordo con le stime precedenti basate sulla curva di luce. Come indicato dalla seconda tabella nella sezione "Neo News", 2016 DV1 è passato alla minima distanza di 395526±49 km dal centro della Terra (cioè poco oltre l'orbita lunare) alle 05:17 UT del 3/3/2016; inoltre, estrapolando a ritroso la sua orbita (ora nota con precisione) si è dedotto che è passato molto vicino a noi nel 1989 (si veda sempre su NeoNews la terza tabella)

 

Fonte: http://echo.jpl.nasa.gov/asteroids/2016DV1/2016DV1_results.html

Letto: 1240 volta/e Ultima modifica Venerdì, 18 Marzo 2016 16:11
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 23 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 22 gennaio [updated on Jan,22]...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 20 Gennaio [Last ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 20 gennaio [Last updat...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 19/1/21 - Sol 762] - Mete...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista