Scritto: Domenica, 05 Giugno 2022 05:46 Ultima modifica: Domenica, 05 Giugno 2022 06:59

Siamo figli della lava basaltica


Secondo gli scienziati della Foundation for Applied Molecular Evolution, l'acido ribonucleico (RNA) si forma spontaneamente sul vetro di lava basaltica.

Rate this item
(3 votes)
Siamo figli della lava basaltica
Crediti: NASA

L'RNA, come il DNA, è un acido nucleico. Questi, insieme a proteine, carboidrati e lipidi, costituiscono le quattro principali macromolecole essenziali per tutte le forme di vita conosciute. 
Il vetro di lava basaltica era abbondante sulla Terra 4,35 miliardi di anni fa. Basalti similì, oggi, sopravvivono ancora su Marte.

"Le comunità scientifiche che studiano le origini della vita sono divergenti negli ultimi anni", ha osservato Steven Benner, coautore della ricerca apparsa online sulla rivista Astrobiology. "Alcuni rivisitano le domande classiche con schemi chimici complessi che richiedono una chimica difficile eseguita da chimici esperti", ha spiegato Benner. "Tuttavia, proprio a causa della complessità di questa chimica, non è possibile spiegare come la vita abbia effettivamente avuto origine sulla Terra". Al contrario, lo studio della Fondazione adotta un approccio più semplice. Guidato da Elisa Biondi, il documento mostra che lunghe molecole di RNA, lunghe 100-200 nucleotidi, si formano quando i nucleosidi trifosfati non fanno altro che percolare attraverso il vetro basaltico.

"Il vetro basaltico era ovunque sulla Terra in quel momento", ha osservato Stephen Mojzsis, uno scienziato che ha anche partecipato allo studio. "Per diverse centinaia di milioni di anni dopo la formazione della Luna, i frequenti impatti accoppiati con l'abbondante vulcanismo sul giovane pianeta hanno formato lava basaltica fusa, la fonte del vetro di basalto. Gli impatti hanno anche fatto evaporare l'acqua per dare terraferma, fornendo falde acquifere dove potrebbe essersi formato l'RNA".
Gli stessi impatti hanno anche prodotto nichel che, in accordo con la dimostrazione del team, fornisce nucleosidi trifosfati da nucleosidi e fosfato attivato, che si trovano anche nel vetro lavico. Il borato (come nel borace), anch'esso dal basalto, controlla la formazione di quei trifosfati.

Gli stessi impattatori che formavano il vetro vulcanico hanno anche ridotto transitoriamente l'atmosfera con i loro nuclei di metallo ferro-nichel. E le basi dell'RNA si formano proprio in tali atmosfere.
Il team aveva precedentemente dimostrato che i nucleosidi sono formati da una semplice reazione tra il ribosio fosfato e le basi dell'RNA.


Il puzzle non è completo

Questo lavoro completa un percorso che crea RNA da piccole molecole organiche che erano quasi certamente presenti sulla Terra primordiale. Un singolo modello geologico, partendo da una e due molecole di carbonio per fornire molecole di RNA, arriva fino all'evoluzione della vita. Tuttavia, "rimangono domande importanti", avverte Benner. "Non sappiamo ancora come tutti gli elementi costitutivi dell'RNA siano arrivati ​​​​ad avere la stessa forma generale, una relazione nota come omochiralità".

Il documento è particolarmente rilevante anche per Marte perché gli stessi minerali, vetri e impatti erano presenti anche nel passato del pianeta. Il Pianeta Rosso, però, non ha subito la deriva dei continenti e la tettonica a placche che hanno seppellito la maggior parte delle rocce della Terra più vecchie di 4 miliardi di anni. Pertanto, la geologia antica rimane in superficie. Recenti missioni su hanno anche trovato tutte le rocce necessarie per questo modello, incluso il borato.

"Se la vita è emersa sulla Terra attraverso questo semplice percorso, è probabile che sia emersa anche su Marte", ha detto Benner. "Questo rende ancora più importante cercare la vita su Marte il prima possibile".

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 443 volta/e Ultima modifica Domenica, 05 Giugno 2022 06:59

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore e l'image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno" (segui su LinkedIn le mie attività professionali).
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 26 novembre 2022

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

Odometria e altri dati del rover e del drone Ingen...

ISS height

ISS height

Parametri orbitali della Stazione Spaziale interna...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 16 novembre. Statistiche s...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora 

SE8606 GiornalismoScientifico RGB