Scritto: Domenica, 29 Dicembre 2013 08:35 Ultima modifica: Sabato, 27 Dicembre 2014 21:12

Le nubi nottilucenti: è stagione al Polo Sud


Sono chiamate nubi nottilucenti (NCL), hanno un colore bianco - blu elettrico e si formano quando le molecole d'acqua congelano intorno alla polvere delle meteore ad una quota di 80 / 85 chilometri sopra la superficie terrestre, talmente in alto da poter riflettere ancora la luce del Sole dopo il tramonto.

Il loro componente fondametale è quindi materiale proveniente dallo spazio profondo che, potremmo dire, trasforma il nostro pianeta in un mondo un po' più alieno.

Rate this item
(0 votes)

Nubi Nottilucenti 23 Dicembre AIM

Credit: LASP/University of Colorado

Sono chiamate nubi nottilucenti (NCL), hanno un colore bianco - blu elettrico e si formano quando le molecole d'acqua congelano intorno alla polvere delle meteore ad una quota di 80 / 85 chilometri sopra la superficie terrestre, talmente in alto da poter riflettere ancora la luce del Sole dopo il tramonto.

Il loro componente fondamentale è quindi materiale proveniente dallo spazio profondo che, potremmo dire, trasforma il nostro pianeta in un mondo un po' più alieno.

Ora, la loro stagione è sopra l'Antartide.

Dalla Terra sono spettacolari ma gli scienziati hanno potuto studiarle dall'alto, con il satellite della NASA AIM (Aeronomy of Ice in the Mesosphere).

Una piccola macchia blu elettrico è apparsa il 20 novembre e rapidamente si è estesa a tutto il continente.

In genere, il loro momento è l'estate, quando il vento globale e l'umidità favoriscono più molecole di acqua nell'atmosfera, oppure l'inverno, periodo in cui l'atmosfera superiore è più fredda e il vapore acqueo si condensa in minuscoli cristalli di ghiaccio che tendono a bloccarsi sulle particelle di polvere dei meteoroidi disintegrati.

Di conseguenza, le nubi nottilucenti tipicamente divampano sopra al Polo Sud da novembre a febbraio (nell'estate dell'emisfero australe) e poi si spostano al Polo Nord da maggio ad agosto.

In tutti gli anni in cui AIM ha osservato le nuvole, solo la stagione nottilucente del 2009 è iniziata in anticipo al Polo Sud, così come quella del 2013 al Polo Nord partita intorno al 13 maggio.

Sarebbero tipiche delle regioni polari della Terra ma, negli ultimi anni, sono state avvistate anche alle basse latitudini. Alcuni scienziati ritengono che, questo cambiamento, potrebbe essere un effetto dell'aumento delle emissioni di metano, dal momento in cui il gas serra è noto per aumentare l'abbondanza di acqua nella parte superiore dell'atmosfera terrestre.

Letto: 5925 volta/e Ultima modifica Sabato, 27 Dicembre 2014 21:12
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 18 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 17/1/21 - Sol 760] - Mete...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 16 Gennaio [Last ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 16 gennaio [Last updat...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 gennaio [updated on Jan,10]...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista